Strade bianche per migliorare la viabilità. La proposta della Confcommercio Pisa

Pisa – La ConfcommercioPisa al diniego espresso da Legambiente sul possibile utilizzo di alcune strade bianche per agevolare il traffico sul litorale pisano,sostiene la positività delle strade bianche per noi sono una seria ed efficace opportunità per migliorare sensibilmente la viabilità del litorale pisano. “Non comprendiamo i timori aprioristici degli ambientalisti, considerando l’attuale e disastrosa situazione del litorale pisano nei momenti di grande afflusso” – spiega il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli: “A compromettere la salubrità dell’ambiente sono chiaramente gli ingorghi di auto che si formano per ore e ore, e non certo l’opportunità di ricavare una viabilità alternativa e complementare, come potrebbe con l’utilizzo razionale e sostenibile di alcune strade bianche. Alcune delle quali, peraltro, sono in assoluto stato di abbandono”.

A partire da un piano complessivo e organico di miglioramento della mobilità sul litorale, come fino ad oggi non c’è mai stato” – prosegue il direttore – “le strade bianche, se ben utilizzate, possono svolgere un importante ed efficace alternativa alle attuali vie obbligate e sempre congestionate. Il nostro Sindacato Balneari Sib si è fatto promotore di una iniziativa presso comune di Pisa ed Ente Parco proprio per valutare la fattibilità di una simile proposta, mettendo a disposizione propri tecnici gratuitamente. Ma alla, fine, tutto è rimasto lettera morta”.

Ma tutto non può restare lettera morta in eterno, perchè la valorizzazione e lo sviluppo del litorale pisano sono impensabili senza una viabilità adeguata e compatibile” – conclude Pieragnoli: “Idee e progetti non ci mancano. Abbiamo voluto fortemente le quattro rotonde realizzate nel 2016, così come abbiamo ripetutamente proposto l’allargamento del viale di Mezzapiagga, alla confluenza con la rotatoria di Campo Derby. Ci sentiamo pienamente parte in causa della salvaguardia della bellezza naturale del litorale pisano, e siamo disposti a confrontarci e discutere le migliori e più efficaci soluzioni con tutti, affinchè spostarsi da e verso la costa pisana non sia più un dramma”.

By