Strategia Rifiuti Zero, protesta in centro città sui nuovi inceneritori: “Non bruciamoci”

PISA – Presidio di protesta del gruppo Strategia Rifiuti Zero che è’ partita questa mattina da Livorno ed è proseguita in Piazza Vittorio Emanuele fino a Corso Italia protestare contro le politiche della Regione in merito al potenziamento dei quattro inceneritori.

“Fermiamoli”, No Burn Day – Non Bruciamoci, questo il motto che si legge nel volantino che è stato distribuito questa mattina. La rete Toscana ha lanciato inoltre una petizione popolare su Change.org, per chiedere al governatore della Toscana Enrico Rossi ed Anna Rita Bramerini, assessore all’ambiente, di concepire un piano che elimini una volta per tutte l’utilizzo degli impianti e capace di adottare pienamente e senza limiti la Strategia Rifiuti Zero formata sulle famose 4R (Riduzione, Raccolta, Recupero, Riutilizzo dei rifiuti stessi).

I vantaggi sarebbero – continuano gli abitanti in protesta – una maggiore solubrita’ e l’eliminazione di diossine e polveri sottili e l’aumento dell’occupazione vista l’adozione del porta a porta come già’ avviene a Capannori (Lucca).

Invece la Regione Toscana vuole andare avanti con il vecchio progetto di costruzione e potenziamento di 4 inceneritori ad Arezzo, Case Passerini (Firenze), Pisa e Livorno. Una situazione che non è’ accettabile e che noi combatteremo”, conclude la Strategia Rifiuti Zero.

SOTTO ALCUNE FOTO DELLA PROTESTA IN CORSO ITALIA (FOTO PISANEWS.NET)

20130629-173634.jpg

20130629-173711.jpg

20130629-173736.jpg

You may also like

By