Striscione esposto dall’ARCI Valdera. Ziello: “Liberiamo Pontedera”. Nardini: “Liberati dalla boria”

PISA – La Consigliera Regionale del PD Alessandra Nardini ha scritto riguardo al post in cui Edoardo Ziello evocava la liberazione di Pontedera riferendosi allo striscione esposto dall’ARCI ValderaPiù cultura meno paura“.

Caro Ziello, Pontedera non ha bisogno di essere liberata da nessuno, se non dai tuoi post con il ripetitore automatico, che descrivono il nulla con il vocabolario del niente. La città è amministrata con competenza, ricca di iniziative e nessuno nega le criticità. L’ Amministrazione fa ogni sforzo per affrontarle, con serietà e senza propaganda. Bene ha fatto l’Arci Valdera a ricordare l’importanza della cultura. Sai di cosa si parla, o conosci solo quella dell’odio e dell’intolleranza?! Comunque Ziello, basta fare un giro a Pisa per vedere che nemmeno voi fate i miracoli: la situazione di degrado e spaccio è decisamente peggiorata. Non liberare Pontedera, liberati tu, ma dalla boria!

Ecco cosa aveva scritto l’On. della Lega  Edoardo Ziello: “L’ARCI a Pontedera, patria della mitica Vespa – recita il post su Facebook dell’On. Edoardo Ziello, a cui fa riferimento Alessandra Nardini – espone uno striscione contro le politiche della Lega che recita ‘+cultura – paura’, da un palazzo antistante alla stazione, luogo che negli ultimi anni è stato teatro di risse e spaccio da parte di immigrati. Esporre uno striscione con un simile slogan è una vera e propria offesa a tutti i cittadini pontederesi che, per colpa della politica fallimentare del Partito Democratico, non possono più uscire liberamente, in certe ore e in certi luoghi della città, senza sentirsi estranei a casa propria. La cultura, senza la gestione della sicurezza urbana, non potrà mai sconfiggere la paura che le stesse politiche della Sinistra ha creato. Il prossimo anno libereremo anche Pontedera per darle un futuro diverso e migliore rispetto alla prospettiva ipocrita di città mediorientale che ha in mente il PD“.

By