Stasera al Lumiere i Raime in concerto

PISA – Ultimo appuntamento a Pisa con “Fosfeni – Percorsi nella nuova musica elettronica” presso il Lumiere. Venerdì 11 aprile il programma della decima edizione della rassegna sarà chiuso dal noir sonoro degli inglesi Raime (inizio concerto ore 22).  La conferma immediata del gran talento di Raime, il duo che nasce dalla collaborazione di Joe Andrews e Tom Halstead, è venuta dall’ultima edizione del Sonar di Barcellona dove gli inglesi sono stati invitati a suonare in apertura di uno dei set più attesi del festival, quello dei leggendari Kraftwerk. Come i Kraftwerk anche i due di Raime hanno definito in poco tempo uno stile originale e fuori dagli schemi, che rende subito identificabile le loro sonorità. Il debutto di Raime è datato 2010 e si lega fin dagli esordi alla vicenda dell’etichetta Blackest Ever Black di Kiran Sande, marchio di punta della nuova elettronica inglese. Fin dalle prime prove, tre ep ora sold out, Raime presenta una scelta estetica oscura e notturna, una massa sonora in cui si confondono diverse anime, il dubstep, l’industrial, field recording e campionamenti, che creano come una scenografia avvolgente, in un incedere vorticoso e onirico. Il primo disco di Raime Quarter Turns Over A Living Line, pubblicato alla fine del 2012, sintetizza tutte le ispirazioni del duo e le propone in un racconto sonoro “noir” che cattura l’ascoltatore, subito trasportato in una dimensione visionaria, inquietante e claustrofobica. Le continue onde sonore generate dai Raime definiscono un nuovo approccio alla composizione elettronica e si legano nella proposta dal vivo alle immagini realizzate in collaborazione tra Raime e Dakus Films, incentrate sulle danze e le contorsioni del portoghese Romeu Runa in un set di impatto unico. “Piuttosto che ad eventi di vita reale, preferiamo i sentimenti e le atmosfere. Tutto quello che abbiamo realizzato fino ad ora è stato sistematicamente associato ad esperienze politiche e sociali contemporanee, ma non lo abbiamo mai esplicitato direttamente” hanno recentemente dichiarato in un’intervista a soundwall (http://www.soundwall.it/raime-mietere-lentamente-gli-angoli-bui-dellinghilterra). Dopo il concerto l’after party “Post Fosfeni” con la techno di Francois Quioki. Prima di entrambi i concerti (dalle ore 20) aperitivo musicale e possibilità di cenare alla carta. Dieci anni di vita nell’ovest della Toscana illustrano il radicamento profondo di “Fosfeni”, che con la sua esperienza ha permesso al pubblico di conoscere e apprezzare una lunga serie di proposte significative, tra cui quelle di Pan Sonic, Biosphere, Alva Noto, Jon Hopkins, Oval, Vladislav Delay. La decima edizione di Fosfeni  approda a Pisa grazie alla collaborazione tra Lumiarte Srl., che gestisce il Lumiere, e Musicus Concentus.

By