Studiare e dormire a Volterra, La casa degli studenti diventa realtà fin dall’anno scolastico 2016/2017

Un totale di quindici posti letto con colazione e cena per gli studenti delle scuole medie superiori.
Un progetto nato dalla sinergia tra Amministrazione comunale, Liceo Carducci, Istituto Tecnico Niccolini e il SIAF e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra.

VOLTERRA – Un totale di quindici posti letto all’interno del Campus del Cipresso compresa colazione e cena, un servizio di sorveglianza e tutoraggio notturno e un educatore con servizio affidato ad una cooperativa sociale. Il progetto “Studiare e dormire a Volterra” diventa realtà fin dall’anno scolastico 2016/2017. Grazie alla sinergia tra Amministrazione comunale, Liceo Carducci, Istituto Tecnico Niccolini e il SIAF e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, il progetto prevede quindici posti per studenti provenienti non solo dalla vicina Val d’Era ma anche dall’Isola d’Elba e dalla costa livornese. «Siamo molto soddisfatti di poter partire con il progetto fin da quest’anno – spiega l’assessore all’istruzione Alessia Dei – Sarà un primo momento fondamentale per lavorare alla costituzione di un’entità giuridica che possa gestire un vero e proprio studentato che l’Amministrazione comunale ha intenzione di costituire nell’immobile dell’ostello».

«Con questo accordo – spiega il vice sindaco e assessore al bilancio Riccardo Fedeli – ci siamo dotati di uno strumento che oltre ad aiutarci a mantenere le nostre proposte formative, getta le basi concrete anche per ampliarle e far diventare Volterra un’eccellenza e punto di riferimento per l’istruzione». L’Amministrazione comunale garantirà il servizio di sorveglianza notturna e tutoraggio diurno, mentre le scuole si impegnano a fornire il tutoraggio all’interno degli istituti e l’assistenza logistica al gruppo dei convittori.

By