Sul Canale dei Navicelli appuntamento con il canottaggio nazionale

PISA – Si svolgerà domenica 21 febbraio sul Canale dei Navicelli una gara nazionale di fondo di canottaggio e di voga in piedi intitolata alla memoria di Giancarlo Mariani.

Il I° Trofeo Giancarlo Mariani sarà assegnato alla Società che avrà riportato il punteggio più alto nella speciale classifica con i punteggi assegnati in ogni gara. Il Trofeo Renzo Baronti andrà all’equipaggio vincitore della gara 4 di punta senior maschile. La manifestazione, nata per iniziativa della Società Billi-Masi – Gruppo sportivo dei Vigili del Fuoco di Pisa, in collaborazione con la Navicelli di Pisa srl e con la Federazione Italiana Canottaggio a Sedile Fisso, ha il patrocinio del Comune di Pisa e prevede la partecipazione del presidente federale Marco Mugnani e di tutto il consiglio federale. Sono attese sul canale da tutta Italia 21 società con 180 atleti.

«Abbiamo voluto con forza questa manifestazione – ha dichiarato Alessandro Simoncini della società Billi-Masi – non solo per dare un segnale di continuità sportiva sul canale dei Navicelli dove sono previsti ulteriori sviluppi e progetti per tutti gli sport remieri, ma anche perché è la prima volta che la Federazione Italiana Canottaggio a Sedile Fisso organizza una gara qui e il canottaggio a sedile fisso è molto vicino alle nostre tradizioni».

La manifestazione, che avviene in un momento particolare della nostra vita, si svolgerà a porte chiuse e nel rispetto delle norme anti Covid: all’area potranno accedere solo gli atleti e i tecnici. Il pubblico potrà assistere alla gara dalla pista ciclabile transitabile dal quartiere di Porta a Mare. Gli Enti Promotori sono Navicelli di Pisa srl, VVF Billi-Masi, FICSF Pisa; la manifestazione ha il patrocinio del Comune di Pisa. I Partner sono Associazione Nazionale Vigili Del Fuoco del Corpo Nazionale sez. di Pisa, Associazione Nazionale Carabinieri Sezione di San Giuliano Terme- Vecchiano, Associazione Nazionale Guardia di finanza, Gruppo Cinofile Cani da salvamento (A.I.L.A. Associazione italiana lavoro in acqua Sez di Pisa)

«Dopo l’ottima riuscita della prima edizione della coppa Arno dello scorso anno e a seguito dell’attività promozionale e di ripresa delle competizioni di canottaggio a sedile fisso – ha detto Marco Mugnani – si è deciso di realizzare gare di fondo e relativi Campionati Italiani Assoluti. La Federazione guarda con molta attenzione l’avvio di questo movimento: dopo anni di assenza dai campi di gara, il 2020 ha visto la partecipazione di equipaggi delle compagini pisane alle gare federali; questo segnale è di buon auspicio per futuro. La gara sul canale dei Navicelli, propedeutica all’organizzazione dei Campionati, vede anche la partecipazione delle società di voga in piedi offrendo così uno spettacolo completo delle specialità federali; un particolare ringraziamento alla società organizzatrice VVF Billi, al delegato provinciale nonché del comune di Pisa della Navicelli s.r.l. per la fattiva collaborazione».

«A Pisa il canottaggio non è solo uno sport – dichiara il sindaco Michele Conti – ma è anche una tradizione che vanta origini antiche, legata al disputarsi del palio cittadino e delle storiche regate tra le repubbliche marinare. Manifestazioni come questa possono quindi contribuire a rinsaldare questa storia e a diffondere anche tra i più giovani la tradizione remiera e il legame storico che unisce la città all’acqua. La nostra amministrazione crede moltissimo nel fiume come elemento in grado di valorizzare le potenzialità attrattive delle città, sia in chiave turistica che commerciale. Dopo l’apertura del Canale dei Navicelli nel 2019 abbiamo presentato un progetto sulla navigabilità dell’Arno che ha ricevuto il finanziamento della Presidenza del Consiglio dei ministri, arrivando al secondo posto nella graduatoria del bando “Italia City Branding 2020”. Un progetto che prevede la creazione di una nuova ‘via d’Acqua’ di oltre 18 chilometri lungo il tratto del fiume che va dalla foce fino al confine del Comune, con implementazione delle infrastrutture dedicate al turismo ‘Fluvestre’».

«Posso dire con fierezza – afferma l’amministratore unico dei Navicelli di Pisa, Salvatore Pisano – che lo sport d’acqua sul Canale dei Navicelli è più vivo che mai e ha sempre nuovi impulsi, prova ne é la competizione fortemente voluta dalla Navicelli di Pisa e accordata dalla Federazione».

La voga in piedi. In piedi si voga in diverse parti di Italia con alcune varianti, a Venezia, sul lago di Garda, del lago di Iseo, a Cremona, nel pavese e nel piacentino, in Friuli V.G., in Puglia, lago di Como. Espressioni di voga in piedi, con voga di scia, sono presenti in Liguria e Toscana. Testimonianze di voga in piedi ci sono anche in Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna. Per dare corpo a questo progetto in seno alla FICSF è stata stazzata e regolamentata una imbarcazione in alluminio la VIP7.50. Questa barca si può vogare di punta e di coppia e permette la trasposizione delle singole tecniche di voga in piedi delle diverse zone di Italia. È un progetto che è partito ormai nel 2010 e a settembre 2020 si sono svolti i decimi campionati italiani. Nel corso della stagione si svolgono varie gare nazionali. Negli ultimi tre anni si è cercato di implementare anche con gare di fondo.

By