Sunia: “Grave atteggiamento antisindacale da parte di Apes Pisa. Chiediamo l’intervento delle amministrazioni comunali facenti parte del Lode Pisano”

PISA – E’ passato ormai un anno dall’approvazione in Consiglio Regionale della Toscana della Legge n° 2/2019 scrive il Sunia di Via Frascani la quale detta nuove regole per l’Edilizia Residenziale Pubblica (case popolari) che impone ai Comuni la riscrittura di molti Regolamenti che dovranno disciplinare sia la mobilità che le regole per la manutenzione degli alloggi di chi è già assegnatario, ma anche di chi aspirano ad ottenere una casa di proprietà pubblica.

Nei mesi scorsi abbiamo unitariamente chiesto più volte, anche formalmente, un incontro all’attuale dirigenza di Apes (Direttore e Amministratore Unico) oltre che del LODE Pisano, nella persona del
coordinatore Dott.ssa Gianna Gambaccini.

A tali richieste non è stato dato mai alcun riscontro. Quotidianamente gli assegnatari di alloggi pubblici si rivolgono alle nostre OO.SS. denunciando lo stato di degrado manutentivo e, spesso, di sovraffollamento in cui versano molti fabbricati. Evidenziato che l’atteggiamento indifferente alle ripetute segnalazioni sindacali è in palese contrasto con la normativa di settore passata e vigente, risulta evidente che di fronte a tale comportamento ci vediamo costretti a percorrere ogni via per essere almeno ascoltati.

Pertanto avvisiamo pubblicamente il Direttore dell’APES e la Responsabile del LODE Pisano che il prossimo venerdì mattina 7 febbraio i sottoscritti si recheranno in Via Fermi, presso l’Ufficio Casa del Comune e gli Uffici dell’ APES SpA per ottenere un confronto sui temi più volte sollevati, di cui al documento programmatico allegato, da noi unitariamente proposto.

By