Pericolo piena del Serchio scongiurata, Arno sotto la soglia, riaperto il Ponte di Ripafratta. Esondazioni a San Miniato

PISA – La paura sembra ormai passata, la piena del Serchio sembra ormai scongiurata, mentre a San Miniato ci sono state esondazioni stradali.

E’ stat risperto il Ponte di Ripafratta, la situazione sta lentamente migliorando. Anche in Garfagnana Il livello del Serchio in Garfagnana sta calando. A Camporgiano (stazione di rilevamento più a monte) la situazione è alla normalità, ed a Borgo a Mozzano siamo appena sotto il livello di allerta ma la portata è comunque in calo. Sopra il primo livello a anche a Monte San Quirico alle porte di Lucca.

Le dighe in Garfagnana stanno arginando molta acqua, anche se il rilascio è graduale. Nelle prossime ore arriverà quindi l’ultima portata di una certa consistenza che, si dovrebbe attenuare già a partire dal primo pomeriggio. Nelle foto la situazione del Serchio a Castelnuovo di Garfagnana nella mattina di oggi.

LA SITUAZIONE. Nottata di lavoro per i tecnici e gli operai del Consorzio di Bonifica Auser-Bientina, che dalle quattro di stanotte sono sul territorio per fronteggiare l’intensa pioggia che si è abbattuta sul nostro comprensorio. Al momento attuale, il reticolo idraulico sembra comunque reggere egregiamente a fronte della tanta acqua precipitata: occorrerà adesso, naturalmente, monitorare l’evolversi dell’evento meteorologico avverso. Due i fronti su cui, per ora, si è concentrata l’attenzione del Consorzio.

VECCHIANO, AVANE, FILETTOLE. 40 millimetri d’acqua sono invece quelli caduti nella zona di Vecchiano. Sul posto due squadre di operai e tecnici sono intervenute sul fosso di Nodica e sul canale Bartalini, gli unici ad aver dato qualche disagio, allagando alcune strade. Il problema per fortuna è rientrato in meno di un’ora e al momento non si registrano danni.
Grazie all’attiva collaborazione fra Comune di Vecchiano e Consorzio, l’acqua che a un certo punto ha minacciato la zona industriale, con l’apertura delle cateratte ha cominciato a defluire regolarmente. Disagi, ma nessun problema, da registrare nei centri abitati.

ARNO SOTTO LA SOGLIA. A Pisa città, dove sono caduti 5 mm di pioggia, finora non si registrano problemi. L’Arno rimane sotto la prima soglia di allerta a Pisa, a San Giovanni alla Vena dove sta a 1,35 metri (5metri la prima soglia di allerta) e a Montelupo a 4,65m (5,70m la prima soglia di allerta), mentre prima di Firenze il livello sta già scendendo. Situazione comunque in evoluzione: si stanno alzando gli affluenti di sinistra. La Protezione Civile monitora costantemente i livelli idrici e la pioggia.

You may also like

By