Sventato furto al concessionario Mercedes a Pisa

PISAL’Istituto di Vigilanza Privata Corpo Guardie di Città, incaricato di vigilare l’azienda Profeti in Via Fagiana con servizi di pronto intervento in caso di allarme intrusione e di pattugliamento ispettivo notturno per distogliere i malintenzionati dal commettere reati, hanno messo in fuga i malintenzionati che , accedendo dalla ditta Profeti, avevano tagliato la recinzione per introdursi all’interno del limitrofo deposito auto della concessionaria Mercedes.

A seguito di segnalazione di allarme intrusione giunta alla centrale operativa del Corpo Guardie di Città vengono allertate ed inviate sul posto le pattuglie di pronto intervento che in poco tempo giungono alla sede della ditta Profeti, i due malviventi, incappucciati, alla vista delle autopattuglie dei vigilantes si danno
precipitosamente alla fuga lasciando sul luogo del tentato furto gli zaini con all’interno i crick per sollevare le
auto, a cui avrebbero rubato gomme e cerchi, ed anche strumenti da scasso per aprire le auto e privarle dei costosi optional interni o dei volanti o di ciò che avrebbero voluto asportare illegalmente dai mezzi nuovi parcheggiati nel deposito auto della concessionaria Mercedes.

Il tempestivo intervento delle pattuglie del Corpo Guardie di Città ha evitato furti e danneggiamenti alle costose autovetture parcheggiate all’interno del deposito ed ha permesso ai Carabinieri, giunti dopo poco sul posto, di avviare le indagini con importanti elementi: le immagini dei sistemi di videosorveglianza e l’autovettura che i malintenzionati hanno lasciato parcheggiata nelle vicinanze della ditta Profeti.

Anche in questa circostanza, in ottemperanza al protocollo del Ministero dell’Interno denominato “Mille Occhi sulla Città”, il personale dell’Istituto di Vigilanza Corpo Guardie di Città, nell’ottica della sicurezza complementare, ha collaborato con le Forze dell’Ordine per segnalare quanto rilevato, per una fattiva cooperazione volta a sviluppare un sistema di sicurezza che integra le iniziative pubbliche e private in un contesto di “sussidiarietà” e “complementarietà”.

By