Taglio del nastro per una scuola ecosostenibile e all’avanguardia

FORNACETTE – L’ inaugurazione della nuova scuola di Fornacette è stata un grande successo, oltre alle autorità tra le quali era presente  l’On Maria Chiara Carrozza, erano presenti moltissime famiglie, bambini, cittadini. Questa scuola è stata costruita con sistemi all’avanguardia e con una visione innovativa, futuribile, concepita per il benessere del bambino in quanto proiettato nel proprio futuro di adulto.

di Elena Paletti

E’ un edificio sostenibile realizzato con strutture portanti in legno, che grazie alla tecnologia X-LAM la quale ha particolari caratteristiche di isolamento termico, traspirabilità al vapore, isolamento acustico, modularità, oltre ad una elevata resistenza al fuoco. Questa struttura  sarà monitorata dal CNR attraverso  un sistema controllato da remoto. L’illuminazione interna è gestita da un sistema intelligente integrato con componenti per la gestione domotica dell’illuminazione artificiale. Il sistema è in grado di regolare la luminosità riducendo il flusso dei corpi illuminanti in funzione del grado di illuminazione della stanza, in maniera automatica. Sopra la copertura della scuola è stato istallato un impianto fotovoltaico che contribuirà al fabbisogno energetico dell’intero edificio. La climatizzazione naturale degli ambienti è garantita dal sistema free-cooling. L’edificio è progettato facendo particolare attenzione al superamento delle barriere architettoniche, oltre alle barriere fisiche, particolare attenzione è stata posta alle barriere senso-percettive per disabili visivi grazie all’utilizzo di segnali tattili sul piano calpestio. Una edificio moderno per una scuola all’avanguardia.

dsc_0837Visibilmente emozionata per il traguardo raggiunto “iniziato nel 2009 alle soglie del mio primo mandato – spiega Lucia Ciampi Sindaco di Calcinaia-,  il programma di governo con cui sono stata eletta aveva come motto “prima di tutto la scuola”. Una delle prime emergenze a cui abbiamo dovuto far fronte è stata proprio la scuola dato l’aumento demografico superiore al 40%. Questa problematica era particolarmente sentita nella frazione di Fornacette dove la scuola primaria è stata dislocata in tre diversi plessi. Per dare una risposta a queste esigenze tra il 2011 e il 2014 abbiamo realizzato una variante al piano strutturale e un nuovo regolamento urbanistico in modo da salvaguardare sia il territorio che la qualità della vita dei residenti. Nel 2011 è stato compiuto il primo passo per la costruzione di una scuola ex novo. In collaborazione con l’Unione dei Comuni della Valdera, abbiamo dato il via alla gara d’appalto. Nel gennaio 2015 la ditta Braccianti ha iniziato i lavori e li ha portati a termine con successo: questo è un piccolo miracolo della passione, dell’impegno e del rigore – prosegue Lucia Ciampi-, di fare le cose. Costruire una scuola così in questo breve tempo non è scontato: è qualcosa di eccezionale. La scuola può accogliere fino a 500 bambini. Una particolarità è la scelta del legno nella realizzazione delle strutture portanti e per questo motivo l’opera ha suscitato l’interesse del CNR che monitorerà la struttura. La nuova scuola è eco compatibile riconosciuta sul piano nazionale con protocolli CasaClima. E’ prevista in futuro  anche la costruzione d una palestra una biblioteca ed un parcheggio. Anche Calcinaia avrà la sua nuova scuola attraverso l’alienazione delle due scuole esistenti. La scuola è il passaporto per il futuro della comunità -conclude Lucia Ciampi-, in queste aule bambini e bambine si prepareranno ad affrontare il domani diventando cittadini e cittadine responsabili della vita sociale del territorio”.

galimberti“Bisogna costruire edifici nuovi, le scuole degli anni 60 70 vanno sostituiti con edifici di nuova concezione – dice l’architetto Galimberti -, soltanto così si potrà coniugare la scuola con una nuova didattica e nuovi spazi. La certificazione CasaClima è un vanto, la sostenibilità complessiva sono parametri fondamentali anche per l’apprendimento dei ragazzi. La sostenibilità a Calcinaia è un tema molto importante anche nella raccolta differenziata”.

img_5475“Questo cantiere è presente sul nostro sito del governo – dice l’ Avv. Filippo Bonccorsi Direttore della struttura di missione e riqualificazione edilizia scolastica rappresentante del ministero-, lo abbiamo fatto per far vedere quanto siete bravi voi. Ogni cittadino in tutta italia può controllare l’edificazione della propria comunità sul sito. E’ una cosa importante perchè crediamo nella trasparenza del  rapporto diretto tra le amministrazioni e i cittadini. Sono veramente contento per tutta la comunita e in bocca al lupo” – conclude Bonaccorsi-.

dsc_0828“Per i bambini è l’inizio di una nuova vita in una bella struttura – esordisce l’OnMaria Chiara Carrozza – non è facile in così poco tempo tirare su una scuola con questi criteri di estetica e considerazione energetica con una organizzazione degli spazi flessibile e adattabile a progetti educativi innovativi:  è un simbolo e modello per altre comunità. Oggi la comunità locale ha la possibilità di vedere che la politica ce l’ha fatta, siamo riusciti a dare ai bambini la scuola che meritano”.

img_5480“E’ una gioia essere qui – commenta Cristina Grieco assessore all’istruzione della regione Toscana-, oggi avete una scuola ancora più al centro, una scuola bella, sicura, efficiente, una scuola flessibile che migliorerà la didattica. Sta iniziando un nuovo anno scolastico caratterizzato da tanti investimenti nelle politiche educative e nell’edilizia scolastica. Oggi sono presenti vari livelli amministrativi: il livello locale, regionale e nazionale solo facendo politiche congiunte, lavorando tutti insieme, possiamo raggiungere dei risultati straordinari come quello che andiamo a presentare. La regione Toscana mette la scuola prima di tutto perchè pensiamo che non si possa costruire il futuro se non partendo dalle persone. Le prospettive di sviluppo di una comunità -continua Cristina Grieco -, dipendono dal grado di istruzione degli abitanti del territorio, e questa comunità che è in crescita fa bene a mettere al centro la politica della scuola. Mi piace immaginare questa scuola di legno come un albero con le radici nella nostra storia, nei nostri valori, un tronco solido, con i rami che vanno verso il futuro con tante foglie e tanti frutti colorati come saranno gli arredi della scuola”.

img_5483“La scorsa settimana eravamo ad inauguare la scuola Carabinieri, iniziata all’inizio degli anni 90” -racconta Eugenio Giani Presidente del consiglio regionale Toscana- “ci sono voluti più di venti anni: guardate invece in quanto tempo è stata edificata questa scuola: 18 dicembre 2014, nemmeno due anni, complimenti all’amminisrazione. Calcinaia è il paese che significa laboriosità, qui si lavora e si fanno bene le cose. Oggi siamo tutti a onorare questo paese, simbolo della Toscana che lavora e si sviluppa”.

inaugurazione-scuola-fornacette-13-copiaQuesta scuola ha una certificazione CasaClima la quale è nata come precursone di quello che oggi conosciamo come certificazione energetica. “In realtà CasaClima – spiega Ing Santa di CasaClima-, è molto di più di una certificazione di qualità : i nostri protocolli danno enfasi anche alla qualità esecutiva, guardiamo gli aspetti della messa in opera pratica proprio perchè sappiamo che questi aspetti nella prassi spesso non promettono quello che è il risultato finale in termini di qualità del costruito, in termini di durabilità, di resilienza di comfort, di benessere e salubrità. E’ un processo di qualità e sostenibilità. I nostri protocolli mettono a centro l’uomo e il suo benessere. Consegnamo a questa amministrazione un riconoscimento”.

“Questa scuola è il frutto di un lavoro di squadra – commenta Maria Ceccarelli assessore -, della Giunta del Gruppo Consiliare e di tutti i dipendenti comunali. In tempo di crisi questa scuola è stata un elemento importante per il nostro territorio, ringrazio tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazine di quest’opera dall’ufficio tecnico, alla ditta Braccianti che si è rivelata una garanzia per la buona riuscita dei lavori. Particolare rigraziamento a tutte le maestranze che con sole o pioggia hanno portato a termine quest’opera. Ringraziamenti ai progettisti alla direzione dei lavori.

You may also like

By