Tassa di soggiorno. Presentata una bozza di regolamento

Volterra – Ancora dubbi e incertezze in merito alla tassa di soggiorno. Il commento dell’assessore al turismo del Comune di Volterra Gianni Baruffa.

«Confesercenti continua ad avere un atteggiamento bipolare sulla tassa di soggiorno. All’incontro avvenuto in comune la scorsa settimana insieme alle associazioni di categoria –spiega l’assessore Baruffa – abbiamo presentato una bozza di regolamento e non il regolamento definitivo. Questo perché avevamo la necessità di aprire un confronto sul tema. Sapevamo benissimo la loro contrarietà alla istituzione del balzello ma sinceramente quell’incontro, come ho già detto in altre occasioni, è stato un momento molto costruttivo. Credo che i meriti siano da ricondurre a tutti i presenti del tavolo di lavoro. Non mi è sembrato che ci siano state delle prese di posizione serie se non da Confcommercio che è entrata nel vivo della questione insieme a Coldiretti e Consorzio Turistico con proposte concrete e tangibili. L’ Amministrazione – sottolinea Baruffa – ha avuto un ruolo determinante nell’accogliere tutte le proposte. Penso che ad un tavolo di concertazione siano necessari l’ascolto e la valutazione delle proposte che emergono dalla discussione. Inoltre vorrei far presente al presidente Migliorini che il turismo è in salute e non in difficoltà come ha scritto, e che la tassa di soggiorno non avrà nessuna ripercussione negativa sui flussi turistici come dimostrano i dati delle città dove la tassa è già presente da anni. Abbiamo cercato in questi anni di non applicare la tassa ma adesso il momento è cambiato e per noi non era più possibile mantenere uno standard ottimale di promozione e decoro che la città si merita. Alla riunione abbiamo illustrato in modo chiaro e trasparente come saranno usati i soldi provenienti dalla tassa di soggiorno, perché saremo noi per primi ad usare la tassa di soggiorno per lo scopo per cui è nata. Inoltre abbiamo deciso di esonerare dal pagamento tutti i turisti che avranno prenotato entro il 31 dicembre 2017, questo a dimostrazione di come siamo attenti e scrupolosi sul tema del turismo.

Confesercenti purtroppo si accontenta di aver ottenuto qualcosa, mentre invece quel che pensano di aver ottenuto è solo frutto di una concertazione, quindi il merito è di tutti. Tutto quello che facciamo lo facciamo per il bene di Volterra e del suo territorio e non certo per un’associazione di categoria, anche perché nulla è stato fatto da parte loro quando la tassa non c’era per farne volano di attrazione per i turisti. Dobbiamo fare ancora tanto ma siamo sulla strada giusta, e sinceramente le parole del presidente di Confesercenti non hanno ben chiaro di come la città in questi anni sia cresciuta in numero di presenze e di offerte. Un’associazione seria e importante come Confesercenti dovrebbe controllare quel che scrive prima che il presidente di turno faccia dichiarazioni» conclude l’assessore Baruffa.

Loading Facebook Comments ...
By