Taxi e Ncc potranno effettuare servizio a domicilio

PISA – Soddisfazione da parte degli operatori Taxi e Ncc per la novità annunciata dalla Regione Toscana, in base alla nuova delibera secondo cui i Taxi e gli Ncc potranno fare servizio di consegna a domicilio di beni di prima necessità.

Secondo il testo della delibera viene attribuita “la possibilità – in via temporanea e solo per il periodo dell’emergenza da Coronavirus – di fare da vettore per la consegna a domicilio, prelevando i beni di prima necessità direttamente dai produttori, dai commercianti o dagli altri operatori abilitati e recapitandoli presso il portone o l’accesso carrabile o pedonale della casa del destinatario”.

Il servizio – come specifica un comunicato della Regione Toscana – dovrà tenere conto del rispetto delle norme di sicurezza, sia quelle legate all’emergenza Coronavirus che quelle igienico-sanitarie per il trasporto degli alimenti.“In questo periodo di grave crisi lavorativa – dichiarano i portavoce dei mestieri Roberto Lucarelli Ncc CNA Pisa e Claudio Sbrana Taxi CNA Pisa- ci auguriamo che la categoria possa cogliere questa opportunità che, dietro nostra richiesta, la Regione Toscana ha fatto propria in tempi veramente rapidi. Il servizio non è certo alternativo o sostitutivo di altri servizi espressamente dedicati al trasporto merci bensì rappresenta un segnale di come in periodi di crisi si può far ricorso ad energie altrimenti inespresse e attivare anche una catena di solidarietà. Saremmo felici in questo modo di poter dare una mano e svolgere le consegne sia per i negozi al dettaglio che non hanno un loro servizio dedicato, che per la grande distribuzione che ci risulta essere in affanno ad assicurare a tutti i loro clienti un servizio a domicilio, ed anche per conto di privati cittadini e che magari in questo periodo non sanno a chi rivolgersi per piccole commissioni e ritiro di farmaci e viveri”.

Per noi è una occasione di dimostrare la nostra natura di servizio pubblico: orgogliosi di esserlo e di farlo!” hanno concluso Lucarelli e Sbrana, i quali hanno anche rivolto forte apprezzamento sulla novità di poter consegnare beni di prima necessità, anche riguardo alla procedura molto semplificata.

Infatti è sufficiente una comunicazione all’indirizzo di posta elettronica certificata del Comune competente ed indicando la data di avvio ed il riferimento all’autorizzazione / licenza di esercizio. Non sono necessari ulteriori adempimenti o oneri.

By