Teatro Verdi. Presentato il bilancio consuntivo 2017

PISA – Presentato lunedì 4 giugno il Bilancio consuntivo della Fondazione Teatro Verdi per l’anno 2017, anno che ha ancora visto sostanzialmente rispettare gli obiettivi prefissati di pareggio, visto che lo stesso si è chiuso con un modesto avanzo di € 3.553, peraltro superiore agli € 800 preventivati.

di Giovanni Manenti

Sono ormai anni, grazie ad un’oculata gestione delle risorse, che il Teatro può abbinare risultati in linea con le aspettative dal punto di vista economico-finanziario senza incidere sul livello del cartellone degli spettacoli, che anzi è risultato, anche per la stagione da poco conclusa, di piena soddisfazione sia per la qualità degli stessi che per il riscontro di pubblico.

“Approfitto per fare un bilancio dei 10 anni del Sindaco Filippeschi che mi ha consentito di appurare come questo Teatro ha al suo interno tante persone capaci – afferma l’Avv. Toscano – che avevano solo bisogno di una iniezione di fiducia ed il cui entusiasmo si traduce nei dati di bilancio che anche quest’anno si chiude in attivo, seppur minimo, in quanto noi lavoriamo sulla base di un programma di pareggio di bilancio, grazie al quale abbiamo avuto la possibilità di allestire un cartellone che ha incontrato i favori del pubblico oltre ogni aspettativa. In tale ottica – conclude Toscano – non posso non ringraziare l’amministrazione comunale che ha finanziato il Teatro con un contributo di 1,5 milioni di euro annui, una cifra che non ha riscontro in altre città italiane di pari dimensione”.

“Noi partiamo ogni anno con una stagione senza avere certezza circa i contributi ministeriali e regionali – afferma Andrea Paganelli – che ci potranno essere successivamente assegnati e che comunque ha prodotto 303 rapporti di lavoro diretti oltre a rapporti di terzi (841) per un onere di oltre 500.000 euro. I valori complessivi sono costituiti da costi per 4.770.345 cui hanno fatto fronte ricavi per cifra pressoché paritetica (4.773.880), generando un minimo attivo di €. 3.553. Sulla base delle ultime gestioni, abbiamo potuto, in accordo con la Amministrazione Comunale, ripianare il debito esistente attraverso la costituzione di un fondo di riserva, cui ha fatto seguito una gestione oculata grazie alla quale oggi abbiamo un teatro funzionale, in parità di bilancio e con un cartellone appetibile che ha trovato piena adesione da parte del pubblico e che ci ha consentito anche di esportare sino agli Usa alcune opere da noi direttamente prodotte”

“Prendo atto dei risultati eccellenti anche di questo anno – afferma il Sindaco Marco Filippeschi – a dimostrazione che pur in tempi magri, la capacità di gestione, abbinata alla passione di fare cultura, ha consentito di allestire cartelloni di livello pur in assenza di interventi statali di spessore, il che non può che essere motivo di orgoglio per coloro che hanno dimostrato passione e competenza nei loro rispettivi ruoli e competenza e dovrà rappresentare un biglietto da visita come esempio di Buon Governo in un’ottica futura, a cominciare dalle nomine di coloro che si alterneranno nel ruolo di Presidente della Fondazione, non potendo non rimarcare come le associazioni partecipate dall’Amministrazione comunale siano tutte in attivo, cosa impensabile per questo tipo di attività e che ci conforta circa la bontà e le corrette finalità dei finanziamenti pubblici da parte dell’amministrazione, al fine di essere sempre il più competitivi possibile nel settore artistico e culturale della nostra città”.

By