Tentativo di furto negli uffici della CISAL a Pisa

PISA – Tentativo di intrusione nella sede provinciale della CISAL la Confederazione Italiana Sindacati Autonomi Lavoratori. Probabilmente i malintenzionati sono stati attratti dal fatto che la sede ospita anche il Patronato ENCAL e il CAF CISAL, servizi molto richiesti, che possono far
ipotizzare la presenza di denaro contante, soprattutto in questo periodo di dichiarazione dei redditi.

“Nulla di tutto questo” afferma Marcello Biasci Segretario Provinciale di
CISAL, “ la maggior parte dei servizi che eroghiamo sono completamente gratuiti e per le poche pratiche a pagamento – esempio il 730 – non custodiamo certo il contante in sede”.

Purtroppo è già la terza volta che la sede di via Benedetto Croce 30 in Pisa
viene presa di mira.

Quest’ultima volta i malintenzionati sono stati messi in fuga dal sistema di
allarme e quindi sono rimasti solo i danni provocati dal tentativo di forzare le porte. Negli altri due casi invece i ladri erano riusciti ad entrare e oltre ai danni dovuti alla forzatura dei serramenti, avevano rovistato in tutto l’ufficio, senza per altro trovare nulla da rubare.

“Ma quello che colpisce – continua Marcello Biasci – è la modalità con la quale i malviventi hanno operato”. Infatti il tentativo di effrazione è avvenuto martedì 30 aprile alle 5,40 del mattino, quando già inizia ad albeggiare e la città a svegliarsi, in pieno centro e mentre le sirene dell’allarme suonavano, senza però desistere subito, come risulta dai tabulati. Spavalderia e convinzione di farla franca caratterizzano questi episodi. Tanto è stato fatto nella nostra città ma molto ancora rimane per togliere dalle nostre strade tanti individui che vivono di espedienti.

“Ovviamente – conclude Biasci – insieme alle risorse per la sicurezza bisogna
affiancare sempre più maggiori stanziamenti per l’inclusione di chi ha voglia di mettersi in gioco”.

By