Tentativo di furto nella notte in un negozio in via Oberdan

PISAEnnesimo tentativo di furto ai danni di una attività nell’asse commerciale pisano. Venerdì notte i ladri hanno provato ad entrare nel negozio Berton Calzature in via Oberdan.

Dopo aver completamente divelto il cancello che funge da serranda, non sono però riusciti a forzare l’ingresso limitandosi così a causare danni materiali alla struttura. Un tentativo di furto che fa scattare ancora l’allarme da parte della Confesercenti area pisana con il suo presidente Luigi Micheletti.

Ormai i negozi del centro sono all’interno di una roulette russa: a chi toccherà domani il furto? Siamo ancora una volta di fronte a ladri improvvisati, così come era successo nelle settimana scorse con la “banda dei tombini”. Ladri che, nonostante vengano arrestati, in molti casi sono rilasciati poco dopo”. L’episodio di venerdì notte riapre per Confesercenti la questione di un servizio di vigilanza privata, idea che nelle settimane scorsa era stata sottoposta agli stessi commercianti dell’asse commerciale. Ancora Micheletti: “I colleghi hanno accolto con interesse la nostra proposta di un servizio di vigilanza privata in occasione dei queste festività natalizie. Alcune adesioni sono state già raccolte ma non sono ancora del tutto sufficienti per coprire i costi. La strada intrapresa è pero quella giusta e quindi a questo punto lavoreremo per l’anno prossimo ricordando che l’esigenza di un servizio ad hoc di controllo delle attività dell’asse commerciale era emersa dagli stessi imprenditori. Ci siamo mossi solo all’ultimo momento – dice ancora il presidente – dopo alcuni episodi di furto o danneggiamento ad attività commerciali sull’asse corso Italia-Borgo delle ultime settimane. Proprio a seguito di questi, gli imprenditori ci hanno chiesto la possibilità di realizzare un servizio di controllo mirato. Noi ci siamo rivolti alle Guardie di Città, istituto di vigilanza con il quale collaboriamo da tempo, per organizzare un pattugliamento collettivo. Una proposta concreta, con relativo costo, che abbiamo illustrato a tutte le attività commerciali dell’asse con un nostro consulente”.

Vigilantes che secondo Confesercenti non devono sostituirsi al controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine.

Ogni volta che noi proponiamo servizi di vigilanza mirata, dai pattugliamenti alla videosorveglianza, si pensa subito alla nostra volontà di sostituirsi alle forze dell’ordine – sottolinea Micheletti -. Una affermazione assurda. Il controllo del territorio lo fanno proprio le forze dell’ordine con molto impegno in rapporto ai mezzi, non sempre adeguati, di cui dispongono. Ma gli imprenditori chiedono altro – conclude – chiedono servizi mirati. La nostra proposta, non a caso, non può essere considerata un costo ma un investimento per le attività che vogliono ottimizzare i loro sistemi di sicurezza, mettendosi in rete tra loro e quindi risparmiando sulle spesa individuale per la sicurezza. L’episodio di via Oberdan è emblematico sulla necessità di un pattugliamento costante dell’asse commerciale e non solo”.

By