Test di medicina. Consulcesi sarà al fianco degli studenti delle facoltà pronti a sostenere l’esame

PISA – «Il futuro degli aspiranti camici bianchi italiani passa per una tappa fondamentale: i test di ingresso alle facoltà di Medicina. A loro va il nostro “in bocca al lupo” e l’augurio che le prove che si troveranno ad affrontare siano improntate a serietà, meritocrazia e alla più totale trasparenza.

medicina

In caso contrario, sarà anche in questo caso inevitabile una nuova ondata di ricorsi». Così Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi Group, che con l’avvicinarsi del test che riguarderà oltre 60mila giovani invita il Ministero della Pubblica Istruzione a fare in modo che tutti i candidati siano messi in condizione di dare il loro meglio e che nessuno venga penalizzato ingiustamente. «Abbiamo già da tempo aperto un canale di comunicazione con il MIUR e con il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, a cui abbiamo recentemente scritto una lettera aperta mettendo a disposizione la nostra esperienza legale per verificare che bando e prove di concorso per l’ingresso alle scuole post-laurea siano ispirati a criteri di trasparenza e meritocrazia».

«Una prova all’insegna della correttezza più completa – spiega Tortorella – è infatti indispensabile se vogliamo che la classe medica del futuro venga composta da professionisti davvero preparati. Allo stesso tempo, sono assolutamente da evitare irregolarità che possano scoprire il fianco dello Stato all’ennesima valanga di ricorsi da parte di studenti che possono sentirsi ingiustamente danneggiati da un sistema, quello del numero chiuso, che va rivisto. Non è un caso se quest’anno è stato registrato un netto calo degli iscritti: circa 4mila in meno rispetto agli scorsi test». Proprio Consulcesi ha già ottenuto diverse vittorie sul tema del numero chiuso, tra cui quella relativa all’ordinanza cautelare n. 1096/2014 del 10 marzo 2014, emanata dal Tar del Lazio, Sezione III bis, che ha sancito la riammissione per numerose immatricolazioni a Medicina e Odontoiatria.

«Da 20 anni – continua il presidente di Consulcesi Group – la nostra realtà è al fianco sia dei professionisti che operano in sanità, sia di chi aspira a diventarlo. Gli studenti lo sanno e in queste ultime settimane ci hanno contattato per esprimere preoccupazioni riguardo ai criteri di selezione e al tipo di organizzazione della prova e per avere indicazioni su come seguire in modo corretto tutte le procedure. Consulcesi continua come sempre ad essere al loro fianco e a vigilare: nell’eventualità in cui dovessero essere registrate nuove irregolarità, saremo pronti a sostenerli con i nostri oltre 350 avvocati e consulenti legali che rispondono gratuitamente al numero verde 800.122.777 e sul sito www.consulcesi.it».

Fonte: Consulcesi

By