Thai Boxe. Venerdì Giovanni Redi sfida lo sloveno Smole per la difesa del titolo mondiale

PISA – Venerdì 24 giugno, Giovanni Redi, campione mondiale in carica di Thai Boxe, sfiderà il fighter sloveno Jure Smole nel match valido per la difesa del titolo mondiale conquistato all’Arena Garibaldi nel giugno 2014.

image

L’incontro si svolgerà alle 23 in piazza Vittorio Emanuele II su un ring appositamente allestito, al termine di una giornata di sport, aggregazione e beneficenza che vedrà protagonisti decine di atleti dilettanti e istruttori e clienti dei centri fitness del marchio #Ready (il brand di palestre creato dal campione pisano) di Pisa, Livorno e Montecatini. Dalle 20.30, la centralissima piazza ospiterà esibizioni di fitness e vari incontri dilettantistici di Thai Boxe tra fighters pisani e non. Durante l’iniziativa, organizzata in collaborazione con Confcommercio Pisa, patrocinata dal Comune di Pisa ed inserita tra le manifestazioni di Pisa città europea dello sport 2016, proseguirà la raccolta fondi a favore dell’Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) per sostenere le attività dell’associazione che lotta al fianco delle persone colpite da sclerosi multipla, che Redi ha attivato nelle sue palestre anche in ricordo del padre Marco, deceduto pochi mesi fa dopo aver lottato per anni contro la malattia. Per la prima volta in un evento sportivo in Italia (e per la prima volta a livello mondiale per un match di Thai Boxe) il ring “ospiterà” anche una telecamera rotante che riprenderà l’intero incontro, che sarà possibile rivedere a “360 gradi”. Giovanni Redi tornerà sul ring dopo il match dello scorso 24 luglio al bagno Boboba di Marina di Pisa dove ha sfidato Dominik Mitidieri, atleta italiano di origini serbe (ko in meno di quattro minuti) e dopo un infortunio alla mano destra che lo ha costretto ad uno stop di quasi tre mesi. Il campione pisano ha ripreso ad allenarsi lo scorso gennaio con lo staff guidato dal maestro Francesco Cantagalli, l’allenatore Luca Dello Strologo e il preparatore atletico Gabriele Germignani. Una lunga preparazione, intervallata anche da allenamenti specifici in Thailandia, per affrontare il sessantesimo match della sua carriera (49 vittorie, tre pareggi e 7 sconfitte). «In tanti mi hanno consigliato di smettere da campione – sottolinea Redi -, ma sento che posso dare ancora tanto a questo sport. Per questo mi rimetto in gioco e farò di tutto per difendere il titolo mondiale. Ringrazio il Comune che mi offre l’opportunità di farlo nel cuore della mia città». Redi affronterà Jure Smole, classe 1996, campione in carica della Slovenia. Nella sua carriera, il fighter originario di Novo Mesto, ha conquistato anche il titolo internazionale. Nonostante la sua giovane età, ha alle spalle già una lunga esperienza con all’attivo 43 match, di cui 30 vinti, 13 persi e 2 pareggiati. Recentemente ha vinto con la propria nazionale il titolo mondiale dilettante Wako e si è laureato campione della Slovenia. Occupa la terza posizione del ranking internazionale. «Sono fiero di rappresentare il mio Paese in un evento così importante e farò di tutto per onorarlo – commenta Jure Smole -. Mi sto avvicinando all’incontro allenandomi come non ho mai fatto nella mia vita. Darò il massimo per portare a casa la cintura». «Smole – prosegue Redi – è un ragazzo molto determinato e con una gran fame di vittorie, ma non sono assolutamente preoccupato».

«Un evento rilevante per la città che va ben oltre lo sport – commenta l’assessore allo sport del Comune di Pisa Salvatore Sanzo -. Redi sta primeggiando su tutti i fronti e l’amministrazione, per quanto possibile, è al suo fianco. Come città europea dello sport abbiamo portato fortuna al Pisa, speriamo adesso di portare ancora una volta in alto il nome della città». «Lo sport – conclude Alessandro Trolese, vicepresidente vicario di ConfcommercioPisa – è uno dei settori che porta sviluppo economico al tessuto imprenditoriale della città. E quello di venerdì è un importantissimo evento per Pisa, non solo dal punto di vista sportivo».

By