Tifo, amore e delusione per i 500 tifosi accorsi al “Manuzzi”

PISA – Ancora una volta e’ stata una giornata con una grande mobilitazione di tifosi nerazzurri per la trasferta di Cesena, i quali hanno affollato (erano oltre 500) il settore curva Mare dello stadio “Manuzzi “, ribattezzato “Orogel Stadium”, malgrado l’orario insolito delle 12,30.

di Maurizio Ficeli

Purtroppo il ritorno è stato sicuramente di quelli con le pive nel sacco per la sconfitta della squadra, ma a livello di tifo i supporters pisani hanno vinto ancora una volta .

Già fin dalle prime ore della mattinata, in autostrada, alla volta di Bologna si potevano notare intere carovane di tifosi nerazzurri con macchine, pulmini, autobus che davano una nota di colore lungo il percorso in direzione della città romagnola ed altrettanto imponente era il colpo d’occhio nella curva a loro riservata, dove hanno intonato cori, sventolato bandiere, esposto striscioni. Presa di mira, come è ormai consuetudine, l’attuale gestione societaria. Dalla parte opposta, gli ultras cesenati avevano lasciato libera la parte centrale della loro curva, per protestare contro la Lega per i continui cambi di orario delle gare, mettendo due striscioni che recitavano: “ANTICIPI E POSTICIPI NON NE POSSIAMO PIÙ – ODIO ETERNO A LEGA E PAY TV”.

Degno di menzione il tabellone dello stadio, in curva Mare, che trasmetteva le immagini dei giocatori delle due squadre al momento delle formazioni snocciolate dallo Speaker e segnava il tempo, oltre alla curiosità di avere una scritta in dialetto romagnolo che recitava “DAI BURDEL “, tradotto significa “Dai ragazzi!”. Veramente uno stadio all’avanguardia, con tutti i confort, quello del Cesena ed una organizzazione perfetta.

All’entrata in campo delle squadre, cori poderosi da parte dei tifosi pisani, mentre i cesenati stanno in silenzio 10’per la protesta suddetta da loro attuata verso gli organi della Lega Calcio. E quindi si sente forte il tradizionale :”oh forza nerazzurri ole ‘,oh oh oh oh! “, oppure “Noi non ti lasceremo mai”, “Pisa del mio cuor “e “Forza Pisa facci un gol “.

Purtroppo però la partita non ha rispecchiato le aspettative dei tifosi, non è andata bene ed il Pisa esce sconfitto dal “Manuzzi “, ma malgrado il momentaneo scoramento e l’amarezza i tifosi pisani hanno chiamato i propri giocatori sotto la curva per incoraggiarli a non mollare.

Ecco, da qui dobbiamo assolutamente ripartire e crederci, perché questa squadra ha sempre dimostrato di potersela giocare con tutti, e mai coro è più appropriato in questo momento se non quello che fa “Forza Pisa lotta da ultras”.

By