Tifo, contestazione, incertezza e alla fine liberazione. Il popolo pisano può finalmente gioire

PISA – Così come lunedì alla Stazione Leopolda il popolo nerazzurro si è ritrovato nel pomeriggio di mercoledì davanti alla Prefettura, per manifestare contro la società. Erano più di mille i tifosi del Pisa a chiedere a Petroni di cedere il Pisa prima di venerdì, quando i nerazzurri si troveranno di fronte il Bari nel’anticipo del campionato di serie B. “O la società viene venduta o non si gioca”, questo era stato l’ultimatum della tifoseria nerazzurra.  

di Antonio Tognoli

https://www.facebook.com/pisanews.net/?ref=ts&fref=ts (Guarda le foto dei tifosi nerazzurri a cura di Roberto Cappello sulla nostra pagina  Facebook)

LE NEWS SUL PISA SONO OFFERTE DA

image

“Liberiamo la città”, “Mai con questa società”: mille cuori nerazzurri chiedevano a gran voce la cessione della società da parte della famiglia Petroni. Ma proprio nei minuti della contestazione qualcosa si stava muovendo. La Carrara Holding confermava la cessione della società.

img_2498Tutti attendevano il comunicato di Ma.gi.co., che però tardava ad arrivare. Davanti alla Prefettura arrivava intorno alle ore 18.20 il Sindaco di Pis Marco Filippeschi, che mostrava ai presenti il messaggio ricevuto da Giuseppe Corrado sull’accordo avvenuto. La manifestazione davanti alla Prefettura si chiudeva intorno alle 19.10. I Gruppi della Nord lasciavano Piazza Mazzini con incertezza e qualche dubbio, in attesa del comunicato di Corrado, che in serata rilascia le prime dichiarazioni sull’acquisto della società e sulla sua presenza venerdì sera nella gara contro il Bari.

img_2500Alle ore 22.40 il comunicato dei ragazzi della Nord: “Dopo la conferma della famiglia Corrado dell’accettazione della loro proposta da parte di Petroni e l’annuncio della loro presenza all’Arena i Gruppi della Nord comunicano che venerdì saranno al loro posto in Curva in attesa del tanto atteso “contratto definitivo di acquisto”, noi faremo la nostra parte. E domani alle ore 17.30 tutti dalla squadra all’Arena. Gruppi della Nord”.

Una liberazione che riporta il sereno su una città e un intera tifoseria. E domani all’Arena che festa sia!!!

By