Il tifo pisano non esce mai sconfitto: oltre mille tifosi al Curi. Foto e video

PERUGIA – Un altro grande esodo da parte della tifoseria pisana che ha raggiunto numerosa, oltre 1.000 tifosi, la città di Perugia, malgrado il giorno feriale e l’orario notturno della gara trasmessa in diretta sulla RAI e su DAZN.

di Maurizio Ficeli

Gia’ dal primo pomeriggio le strade che conducevano in Umbria erano già percorse da innumerevoli pulmini, auto e minivan rigorosamente pavesati dei colori nerazzurri e rossocrociati.

Ed oltre a questi non potevano mancare i vari pullman organizzati dai club Nerazzurri a cominciare dal Club Autonomo Nerazzurro di Marco, Francesca e Sabrina Pavolettoni, con cui noi della redazione di Pisanews abbiamo viaggiato fino a quelli della “Gradinata”, del “Centro di Coordinamento” guidato da Liana Bandini, e quelli dei ragazzi della “Curva Nord”.

Arrivati all’interno del “Renato Curi” inoltre, bello il colpo d’occhio offerto dalla tifoseria pisana nel settore dove erano ospitati con il consueto sventolio di bandiere di ogni dimensione e con gli striscioni dei “Rangers”, “Kapovolti”, Wanderers, Svitati Club Autonomo, Marina di Pisa, Cascina, San Romano, Capanne, che si facevano sentire da subito con cori poderosi ed uno striscione ad inizio gara che recitava “SEMPRE AL VOSTRO FIANCO….” con corredo di fumogenata per salutare l’ingresso in campo delle squadre.

A tuttociò faceva da contraltare la curva perugina, con la quale intercorre da alcuni anni un patto di amicizia con i pisani, che sfoderava una grande sciarpata, incitando i propri beniamini a riscattare la pesante sconfitta subita ad Empoli. Infatti gran tifo da ambo le parti con grande rispetto. Da sottolineare che ad inizio gara è stato osservato anche un minuto di raccoglimento per la scomparsa del patron della Sassuolo Giorgio Squinzi, al termine del quale le due tifoserie si sono unite in uno scrosciante applauso.

Il Gruppo del Club Autonomo in trasferta a Perugia

Comincia la gara e la “rumba” del tifo nerazzurro si fa incessante e continuo con il coro “e quando il Pisa segnerà tutto lo stadio esploderà con un boato che farà tremar la terra e il mar.. ohohoh!!”.

La partita va avanti senza grosse emozioni ma il tifo non demorde (la curva per sempre al tuo fianco, mai da sola ti lascerà ed ovunque noi ti seguiremo..!!)”. e la squadra recepisce l’incitamento rendendosi pericolosa con Gucher e Marconi ma non concretizzando due nitide occasioni.

La Curva nerazzurra al “Curi” di Perugia

Nel frattempo la curva pisana esibisce uno striscione dedicato ad un ultras del Perugia deceduto anni fa “L’animo ultras non muore mai, sempre Skrondo, ultras Pisa” a cui la nord perugina, oltre ad applaudire, tira fuori uno striscione di solidarietà per i tifosi Pisani diffidati in occasione di Pisa – Brescia ad Empoli “17/09/16 Diffidati Liberi”.

Purtroppo al 33′ alla prima vera azione perugina il Pisa va sotto con un gol segnato dall’ex foggiano Pietro Iemmello ma questo svantaggio non è sufficiente a spegnere il tifo nerazzurro che riparte più forte di prima. Il Pisa reclama per un rigore netto su Masucci sul quale il direttore di gara sorvola. Si conclude il primo tempo peraltro senza alcun minuto di recupero con i tifosi nerazzurri che accompagnano la squadra che guadagna gli spogliatoi con il coro” Forza ragazzi!!”.

Inizia il secondo tempo e l’incitamento sale per spingere il team di mister Luca D’Angelo ad acciuffare un pari per dare continuità alla serie positiva, al 55′ entra Minesso prende il posto di Di Quinzio. Il refrain è “Forza Nerazzurri canterò, sempre al tuo fianco io sarò, canto, non mi stanco, forza grande Pisa facci un gol” e viene esibito dagli ultras nerazzurri lo striscione “Leo esempio di vita”.

Continuano i cori il Pisa conquista due corner ma senza purtroppo riuscire a trovare la zampata vincente del pareggio mentre i tifosi cantano incessantemente e con una fede ed un attaccamento encomiabile malgrado il risultato di svantaggio, ma su questo non ci sono mai stati dubbi perché Pisa a livello di tifo, senza ombra di smentita, è una piazza da serie A e lo ha dimostrato in ogni momento, così come stasera a Perugia malgrado il risultato avverso.

Si va verso il termine della gara e dopo 5′ di recupero il signor Ayroldi decreta la fine delle ostilità. Il Pisa purtroppo colleziona la seconda sconfitta di campionato dopo quella interna con l’Empoli, ma il tifo pisano è uscito vittorioso anche stavolta. Da qui bisogna ripartire, ora c’è la sosta e la squadra dovrà ricaricare le batterie, ripartendo di slancio per vincere la prossima gara con il Crotone.

Forza ragazzi, abbiamo tutti i mezzi per riscattarci ed il tifo della Nord sarà sempre più con voi, un tifo che non si è fermato nemmeno dopo il triplice fischio cantando ai giocatori “Noi siamo quelli della Nord e non vi lasceremo mai”.

A fine gara la squadra va a salutare i propri tifosi pronta a riscattare questa sconfitta già con il Crotone.

FORZA PISA LOTTA DA ULTRAS.

Loading Facebook Comments ...
By