Tirrenia, Bagno Hoasy: ripristinato l’habitat naturale delle dune costiere ai lati del viale d’accesso

TIRRENIA – Rimosse le asfaltature e le altre opere abusivamente realizzate nell’area delle dune di Tirrenia, lungo il vialetto d’accesso che conduce al Bagno Hoasy.

Qui, infatti, per conto della proprietà dello stabilimento balneare era stato realizzato negli anni passati prima lo sbancamento e l’ampliamento della strada per raggiungere la spiaggia e poi realizzazione di un’area di sosta, opere già denunciate da Parco e ambientalisti e al centro delle attenzioni della magistratura. Sono state completamente rimosse venerdi, dopo tre giorni di lavori, consentendo alla sabbia delle dune di riprendersi i suoi spazi ripristinando il contesto ambientale preesistente, un habitat tanto delicato quanto pregiato e da tempo al centro di molti interventi di tutela.

Le dune costiere, infatti, costituiscono un paesaggio non solo pregiato ma anche effettivamente in via di estinzione dato che lungo le coste italiana la maggior parte dei tratti dunali sono stati sbancati per costruire strade, case, parcheggi e per utilizzare la spiaggia a scopo balneare. Al riguardo sul Litorale pisano rimangono integre le dune della Tenuta di San Rossore ed alcuni tratti a sud della foce dell’Arno, fra Tirrenia e Calambrone.

L’intervento è stato interamente a carico della ditta e della proprietà dell’area e, quindi, non ha comportato alcun onere per l’amministrazione comunale.

Nella foto un’immagine del vialetto d’accesso del Bagno Hoasy, dopo gli interventi di rimozione delle opere abusive.

20140407-190806.jpg

By