TMM, incontro in Regione su esiti colloquio Rossi Colaninno.

PISA – L’esito del colloquio avvenuto tra il presidente della Toscana Enrico Rossi e il presidente di Piaggio Colaninno circa la crisi Tmm di Pontedera, azienda dell’indotto Piaggio specializzata nella produzione di marmitte, è stato oggetto di un incontro avvenuto in Regione mercoledì 28 marzo tra Gianfranco Simoncini, consigliere del presidente Rossi per le questioni del lavoro, Ledo Gori, capo di gabinetto di Rossi, il sindaco di Pontedera Simone Millozzi ed i rappresentanti sindacali FIM, Fiom e Uilm dei lavoratori di Tmm.

Rossi ha chiesto a Piaggio di favorire la ripartenza della produzione di marmitte nell’area di Pontedera con l’ingresso di nuovi soci. Colaninno ha dato la propria disponibilità ad accettare offerte di qualità per riportare la produzione di questa componente nel comprensorio di Pontedera, ma ha precisato che non ritiene di poter garantire commesse in via preliminare.

Simoncini e Gori hanno ribadito ai rappresentanti dei lavoratori ed al sindaco Millozzi l’attenzione della Regione su questa vicenda, facendo presente che prosegue il lavoro di costruzione di rapporti con imprenditori potenzialmente interessati ad investire nell’attività per favorire la ripresa della produzione.

I sindacati hanno inoltre informato i rappresentanti della Regione dell’ipotesi della costruzione di una cooperativa di lavoratori pronta a far partire nuove attività lavorative.

I consiglieri regionali Pd della provincia di Pisa Antonio Mazzeo, Alessandra Nardini e Andrea Pieroni, dopo il colloquio del presidente Rossi con Colaninno e dall’incontro di questa mattina con i sindacati arrivano i primi segnali incoraggianti verso la soluzione di una vicenda che da mesi sta interessando l’azienda Tmm di Pontedera. La disponibilità di Piaggio a riportare sul territorio la produzione di marmitte a fronte di offerte di qualità è un’apertura importante che dobbiamo saper cogliere al meglio. Ringraziamo ancora una volta Simoncini e gli uffici regionali per l’impegno con cui stanno portando avanti la trattativa, da parte nostra ribadiamo la piena disponibilità a supportare, dove necessario, le azioni messe in campo per raggiungere l’obiettivo: salvaguardare la produttività e posti di lavoro”.

By