Tommaso Romito difensore della Nocerina: “Pisa piazza importante con passato prestigioso”

PISA – Meno di 48 ore all’inizio dell’attesa partita casalinga dei nerazzurri contro la Nocerina, e in città si respira aria di entusiasmo dopo la seconda vittoria esterna consecutiva per i ragazzi di Mister Pagliari. La gara di domenica prossima potrebbe rappresentare una nuova e importante conferma per il team nerazzurro che è in vetta alla classifica insieme al vicino Pontedera e alla corazzata Benevento. E questa volta l’attesa del match la condividiamo con il difensore Tommaso Romito, classe 82, ex Chieti, Napoli e Pescara, in forza alla Nocerina e che dell’Arena Garibaldi conserva ricordi piacevoli.

Che ricordi hai dell’Arena Garibaldi?

“Ho giocato all’Arena Garibaldi in un momento importante della mia carriera. Giocavo nel Napoli e ricordo che vincemmo con un netto 3 a 0 e fu una gara bellissima, alla presenza di tantissimi tifosi partonopei al seguito. L’Arena Garibaldi è decisamente uno stadio dal passato importante con una storia calcistica di un certo rilievo, sono stato a Pisa non solo da avversario, ma anche da spettatore, difatti venni a vedere la finale play -off quando sulla panchina del Pisa sedeva Piero Braglia, e rimasi impressionato per la grande presenza di pubblico.”

Come giudichi il campionato che potrà fare la tua squadra in questa stagione?

“La Nocerina così come molte squadre della categoria, è formata da 4 -5 elementi di eperienza e poi da tanti giovani con prospettive importanti che vogliono lanciarsi nel calcio che conta. Credo che nella mia squadra ci siano giovani di qualità e che la nostra forza sia l’aggressività che riusciamo a esprimere in campo, dobbiamo cercare solo di essere più concreti.”

Che giudizio puoi dare del girone B della prima divisione?

“Penso che sia chiaro che sia un girone molto tosto composto da società ambiziose e che hanno una storia considerevole alle spalle nel calcio che conta e penso in questo caso al Benevento alla Salernitana ma anche al Lecce, sebbene sia partito non bene farà sicuramente un campionato da protagonista.”

Chi conosci tra i nerazzurri? Dai il tuo giudizio sul Pisa.

“Tante le mie conoscenze nel Pisa, difatti conosco bene Mister Pagliari che mi ha allenato a Chieti, ed anche Mister Tacchi che ha giocato con me in squadra, in più conosco bene Bruno Martella che è davvero un giovane di grandi prospettive. Ci siamo conosciuti quando ero a Pescara e lui a soli 16 anni era negli allievi ma spesso si allenava con la prima squdra, dimostrando di essere già molto in gamba con un fisico davvero possente. Nasce come terzino ma ha un buon piede e riesce ad essere utile nella fase offensiva come sta dimostrando nel Pisa in questo avvio di campionato. Ragazzo molto forte ma se posso permettermi deve solo maturare tatticamente per raggiungere il top. Nel Pisa poi conosco da avversario, giocatori come Favasuli e Mingazzini che sono molto esperti e possono fare molto bene in categoria, ma anche Arma che è reduce da un campionato importante nel Carpi e che sono certo potrà trovarsi molto bene con il gioco che è solito proporre Mister Pagliari.”

Come ti trovi con il Mister Fontana attuale allenatore della Nocerina?

“Mi trovo bene dopo tutto ci conosciamo da molti anni, era un mio compagno negli anni dell’esperienza a Napoli e lui come me era presente nella gara contro il Pisa all’arena Garibaldi quando vincemmo per 3 a 0, tempi in cui in serie C era davvero difficile emergere non come adesso che le squadre sono formate fin dall’inizio da giovani ma solo perchè alle società interessano molto i contributi che la Lega mette a disposizione come incentivo per l’utilizzo dei giovani. Il grande rischio di questa norma dell’età media è che qualche giocatore di qualità che ha 27-28 anni termini la propria carriera troppo presto.”

Che partita ti aspetti domenica prossima contro il Pisa?

“Sarà di certo una partita combattuta e gara piacevole per gli sportivi in quanto non mancheranno trame di bel gioco e qualità visto che ci sono ancora giocatori, da entrambe le parti, che hanno esperienza in categoria.”

(fonte foto:www. solosalerno.it)

By