Torna a Pisa dall’Ungheria un cimelio del Pisa Sc coniato dopo la vittoria della seconda Mitropa Cup

PISA – Torna a casa da Budapest un cimelio del Pisa Sporting Club datato 30 maggio 1988, una data storica per il Pisa di Anconetani che in quel giorno conquistò la seconda Mitropa Cup della sua storia in un Arena stracolma.

L’oggetto in questione e’ una medaglia coniata dall’artista Caetoni e realizzata proprio in onore di quel successo per 3-0 sul Vaci Izzo firmato dalle reti di Cecconi, Sclosa e Bernazzani. A riportarlo a Pisa il nostro collaboratore Luca Guiducci che l’ha scorta casualmente dopo molti anni sul sito aste on line e se ne è riappropriato per pochi euro.

La soddisfazione ovviamente non sta solo nell’essersela aggiudicata (che non è sempre cosa facile nelle aste) ma quella appunto di averla riportata in terra pisana.

Complimenti Luca!

Di seguito il TABELLINO della sfida tra Pisa e Vaci Izzo tratto dal sito pisanellastoria.it. Per la cronaca il Pisa prima di sconfiggere gli ungheresi in finale aveva avuto la meglio nel girone B del Rakoczi per 2-0 reti di con gol di Bernazzani e Cecconi e del Vojvodina per 1-0 con gol decisivo di Stefano Cuoghi al 16′ del primo tempo.

PISA – VACI IZZO 3 – 0

PISA SC: Nista (81′ Grudina), Cavallo, Bernazzani, Faccenda, Scclosa, Dianda, Cuoghi, Caneo (82′ Fiorentini), Dolcetti, Been (86′ Gori), Cecconi. All. Materazzi.

VACI IZZO: Brockhasuer, Koszotolnik, Talpa, Csima, Kosa, Nagy, Balogh, Hermann, Mozner (54′ Zvara), Vigh, Duruckso (62′ Paksi). All. Maasz.

ARBITRO: Liska (Cecoslovacchia)

RETI: 33′ Cecconi, 36′ Sclosa, 75′ Bernazzani.

20140224-192939.jpg

20140224-192946.jpg

By