Torna il “Guerriero Pisano”. Sabato 26 ottobre la premiazione

PISA – Torna, dopo un anno di assenza per problemi organizzativi legati all’insediamento della nuova Giunta, uno dei tradizionali appuntamenti della nostra città, vale a dire il Premio “Le Baleari – Il Guerriero Pisano”, riconoscimento a pisani, di nascita o di adozione, al pari di Enti, Cooperative e Società che operano sul nostro Territorio e che si sono particolarmente distinti nel dare risonanza alla nostra città.

La cerimonia di premiazione tenutasi presso la Sala Stampa del Comune di Pisa, si svolgerà sabato 26 ottobre alle 17,30 presso il suggestivo scenario della Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti, durante la quale verranno consegnati 5 premi a nominativi scelti da un’apposita Giuria, presieduta da Alessandro Cesarotti e da Luca Ciappi e composta da giornalisti ed autorità locali, mentre altri quattro riconoscimenti andranno a personaggi scelti da una Giuria Popolare.

La ricordata Giuria del Premio, di cui fanno parte anche gli Assessori Filippo Bedini e Paolo Pesciatini, unitamente alle giornaliste Francesca Bianchi, Roberta Galli ed Assunta De Salvo, nonché al Presidente di 50CANALE Giuseppe Rossi ed a Mirella Borghini delle Edizioni ETS, ha ritenuto doversi assegnare il Premio a Francesco Menichetti, Umberto Moschini, Aldo Paradossi, Lia Sacchini ed al Club Scherma Pisa “Antonio Di Ciolo”, mentre le preferenze del pubblico hanno fatto sì che gli ulteriori riconoscimenti andassero ai giornalisti Guglielmo Vezzosi e Daniele Benvenuti, oltre alla scrittrice e presentatrice Valeria Tognotti, nonché all’artigiano del legno Antonio Patania, che lui stesso si definisce “Maestro d’ascia”, quest’ultimo su espressa indicazione del Presidente Cesarotti.

“Riprendiamo una tradizione e che purtroppo è saltata l’anno scorso per motivi organizzativi -afferma Filippo Bedini – al fine di cogliere l’occasione per ricordare i fasti di Pisa del XIII secolo anche perché rappresenta il periodo storico di maggior splendore della nostra città, sottolineando anche come ciò sia possibile grazie all’impegno di Alessandro Cesarotti che credo debba essere preso ad esempio per l’impegno che profonde nella gestione ed organizzazione del Premio, oltre ad essere stato un famoso artigiano con la sua attività in Piazza Carrara”.

“Ciò che mi fa piacere è la partecipazione della stampa alla il che sta a significare che nel corso degli anni qualcosa di buono avrò pur combinato – dice Alessandro Cesarotti – con il Premio che è stato nel tempo assegnato a personaggi di spicco, unitamente anche ad Associazioni ed Enti benemeriti, al pari di Corpi d’Armata che si sono distinti in missioni di pace ed umanitari. Anche quest’anno, le scelte sono andate in questa direzione, per poi aggiungere altri quattro riconoscimenti sulla base delle segnalazioni di una Giuria Popolare, che ha potuto esprimere il proprio orientamento tramite il Gruppo FB “Il Guerriero Pisano”, il cui disegno è frutto dell’idea di uno dei Soci Fondatori della nostra Associazione”

By