Toscana Aeroporti: approvato dai lavoratori l’accordo integrativo siglato dalle Organizzazioni Sindacali

PISA – I lavoratori di Toscana Aeroporti e Toscana Aeroporti Handling hanno approvato ad ampia maggioranza, attraverso un referendum, gli accordi di secondo livello siglati da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl trasporto aereo e Usb con le aziende di gestione e handling aeroportuale.

Particolarmente elevata l’adesione al voto, che ha visto la partecipazione di quasi il 90% degli aventi diritto che si sono espressi a larga maggioranza per confermare gli accordi sottoscritti dalle sigle sindacali lo scorso 13 dicembre.

In particolare, su 291 votanti di Toscana Aeroporti, i sì sono stati 271, mentre su 366 votanti di Toscana Aeroporti Holding i sì sono stati 310.

Gli accordi avranno validità a partire dal 1 gennaio 2019 e prevedono, tra le altre cose, l’assunzione di 97 persone a tempo indeterminato, upgrading orari per lavoratori part time già in forza in azienda e l’apertura di un importante percorso per definire un accordo di sito presso gli scali di Firenze e Pisa.

Particolarmente significativa l’attenzione al welfare: per tutto il personale a tempo indeterminato in forza e futuro sarà corrisposto un importo pari a 320 € sotto forma di welfare aziendale.

“Alle Organizzazioni Sindacali e al management di Toscana Aeroporti, che hanno lavorato alacremente per raggiungere l’accordo, e ai dipendenti della società, che hanno risposto con lo straordinario risultato di partecipazione sopra evidenziato, va il nostro ringraziamento per la positiva conclusione di un percorso complesso che ha richiesto diversi mesi di lavoro. L’elevata partecipazione dei lavoratori al voto e la larga maggioranza con la quale si sono espressi, è indice di forte attaccamento all’azienda e di sentita responsabilità del ruolo rivestito. Questo risultato consente a un’azienda impegnata a creare lavoro e sviluppo per il territorio di guardare al futuro con rinnovato ottimismo”, ha affermato il Presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai.

By