Toscana Aeroporti. Ricavi e utile in crescita, record passeggeri a quasi 8 mln

PISAToscana Aeroporti sfiora la soglia degli 8 milioni di passeggeri (+5,2%). Record per entrambi gli scali di Pisa (+4,9%) e Firenze (+5,7%).

Ricavi consolidati a 136,2 milioni di euro (+6,6%) e utile netto a 10,6 milioni di euro (+7,5%). Proposto un dividendo di 0,531 euro per azione

Traffico passeggeri Sistema Aeroportuale Toscano: 7,9 milioni di passeggeri trasportati nel 2017 (+5,2%). Nuovi record di traffico passeggeri sia per il Galilei di Pisa con 5,2 milioni di passeggeri (+4,9%) sia per il Vespucci di Firenze con 2,7 milioni di passeggeri (+5,7%).

Ricavi totali consolidati pari a 136,2 milioni di euro (+6,6%). In miglioramento sia i ricavi aviation (+4,9%) sia quelli non aviation (+5,4%).

EBITDA consolidato: 30,2 milioni di euro (+2,9%). EBITDA adjusted[1] +12,1%.

Risultato ante imposte consolidato: 15,9 milioni di euro (+6,1%).

Utile netto consolidato: 10,6 milioni di euro (+7,5%) rispetto ai 9,8 milioni di euro del 2016. Il dato adjusted[2] è in aumento del 28,4%.

Indebitamento finanziario netto consolidato: 28,5 milioni di euro rispetto ai 13,3 milioni di euro del 31 dicembre 2016. Rapporto Debt/Equity pari a 0,25.

Proposta di dividendo pari a 0,531 euro per azione (+6,6% rispetto ai 0,498 euro del 2016), con un payout del 95%. La proposta prevede di porre in pagamento il dividendo a partire dal 6 giugno 2018 con stacco cedola n. 12 il 4 giugno 2018 e record date il 5 giugno 2018.

Per Marco Carrai, Presidente di Toscana Aeroporti, “Il 2017 è stato un anno caratterizzato da risultati straordinari di grande crescita coronati dall’ottenimento della VIA per la pista di Firenze e dalla conclusione dell’iter approvativo del Master Plan per Pisa. Risultati positivi sia sul fronte dei passeggeri, dove sono stati sfiorati gli 8 milioni di passeggeri nonostante oltre 1.400 cancellazioni e dirottamenti nell’aeroporto di Firenze, sia sul fronte degli indicatori economici che consentono un incremento della remunerazione degli azionisti”.

By