Toscana sotto la neve

PISA – . Fin dalle prime ore di questa mattina tutta la Toscana è interessata da precipitazioni nevose, anche se per il momento in molti luoghi sono meno intense di quanto inizialmente previsto. Quest’onda di gelo e neve dovrebbe comunque proseguire per gran parte della gornata andando ad interessare anche le zone costiere della Regione. La provincia di Pisa (in particolare i paesi limitrofi a Pontedera)  è stata avvolta da un discreto strato di neve che potrebbe creare con il passare delle ore ulteriori digagi, così i sindaci hanno deciso di chiudere le scuole di Palaia, Peccioli, Casciana Terme. Istituti chiusi anche a Montopoli. E con la neve anche difficoltà per gli spostamenti, difatti diversi treni regionali hanno subito ritardi o sono stati soppressi:  i problemi maggiori sono sulla direttrice Firenze-Pistoia-Lucca-Viareggio.

(Per segnalare la vostra situazione meteo potete inviare una mail o le vostre immagini al seguente indirizzo: diccilatua@pisanews.net)

Ma il maltempo non ha interessato solo la nostra regione, anzi è tutta la penisola italiana costretta da questa morsa di gelo.
Dal sito ANSA (Fonte: http://www.ansa.it/) il seguente aggiornamento in tempo reale:

Nevica su molte strade, autostrade e tratte ferroviarie della penisola, ma al momento non si registrano criticità. Dalle prefetture e dagli altri enti preposti giunge comunque un appello alla prudenza e a mettersi in viaggio solo in caso di effettiva necessità. Lo comunica Viabilità Italia, che ha monitorato per tutta la notte l’andamento della circolazione stradale. Le Fs hanno intanto attivato il piano Neve, convocando l’unità di crisi. Tutto è pronto, insomma, per quella che si presenta come la giornata clou dell’inverno in quasi tutte le regioni, con l’annunciato arrivo di una forte perturbazione di origine nord-atlantica. La neve cade, anche a quote basse, in molte località, specialmente sulle regioni settentrionali e su parte di quelle centrali, con venti in progressivo aumento .

Scuole chiuse, auto ferme, stop ai tir, voli ridotti. L’Italia comincia il ‘lunedi’ bianco‘. Per oggi è infatti attesa la più intensa nevicata dell’inverno. E scatta anche la corsa al supermercato per fare scorta di cibo, nel timore che possa essere complicato uscire di casa nei prossimi giorni.

l Viminale ha così invitato le prefetture di 11 regioni (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Toscana, Emilia Romagna, Marche ed Umbria) a vietare la circolazione ai tir da stasera alle 22. La Liguria, spesso flagellata dal maltempo, ha attivato le contromisure per la grande nevicata attesa. La Regione ha infatti invitato a ridurre la minimo gli spostamenti ed a chiudere le scuole. I sindaci di Genova e Savona hanno risposto positivamente all’appello disponendo la chiusura degli istituti. Sul golfo di Genova potrebbero accumularsi fino a 35 centimetri di neve. Il prefetto del capoluogo ha vietato la circolazione agli automezzi superiori alle 7.5 tonnellate sui tratti autostradali genovesi e su tutte le strade della viabilità ordinaria, esclusi i centri abitati, dalle 22 di ieri sera fino alle 18 di oggi. Chiusa anche l’università e stop ai mezzi a due ruote. Anche Milano si attrezza per fronteggiare i fiocchi bianchi. Il Comune ha invitato a non prendere l’auto privata. Pronti ad entrare in azione i mezzi spargisale. Problemi all’aeroporto di Linate, dove Alitalia ha avviato una riduzione programmata del numero dei voli. Il gestore dello scalo, Enac ed Enav hanno suggerito a tutti i vettori di ridurre del 30% l’attività programmata per l’intera giornata di oggi. L’obiettivo è é quello di limitare i disagi per i passeggeri a causa di possibili congestioni dovute alle procedure di sghiacciamento degli aerei. Scuole chiuse anche in Toscana (a Pistoia ed in un quartiere di Livorno), in Calabria (a Cosenza), in Campania (nel salernitano).


 

You may also like

By