Tra serie A e B le prestazioni degli ex nerazzurri. Cerci in gol con il Milan. Vittoria e terzo posto per il Lanciano di Sepe e Gatto. Per Perez il Latina e’ un tabù

PISA – Giornata in chiaroscuro per gli ex nerazzurri dal passato più o meno recente impegnati nel campionato di serie A e B.

SERIE A. Ancora una grande prova di Alessio Cerci che realizza al Milan con la maglia del Torino, il gol del momentaneo 2-0. E’ il 22esimo gol in serie A, il secondo di questa stagione con la maglia granata dopo quello realizzato al Sassuolo. Dopo la sua sostituzione decisa dall’ex tecnico nerazzurro Ventura Cerci si arrabbia con il tecnico genovese. Tra i pali della porta granata benino l’ex estremo difensore nerazzurro Padelli a Pisa nel 2007-08 secondo di Davide Morello, che al 63′ compie un grande intervento su Balotelli e poi si fa beffare su un innocua conclusione di Muntari all’87’. Il gol ridà energia al Milan che nel finale pareggia con un rigore più che dubbio per un fallo di Pasquale su Poli.

SERIE B. L’ex nerazzurro Francesco Tavano non va in gol ma festeggia dopo quattro turni con l’Empoli il primato solitario a quota dieci punti in classifica, dopo il 2-0 rifilato al Carpì dell’ex nerazzurro Pasciuti (che però ha assistito alla gara dalla panchina).

Continua ad essere tabù per Leonardo Perez (in campo per tutti i 90′) il Latina. Infatti il Cittadella non va oltre lo 0-0 contro i pontini al “Tombolato”.

Va decisamente meglio al Lanciano che batte 1-0 il neo promosso Avellino di mister Rastelli e raggiunge il terzo posto a quota otto punti, con le buone prestazioni di Sepe e Gatto. Quest’ultimo dopo gli impegni con la Nazionale Under 21 e’ parso un po’ in debito di ossigeno ed infatti è’ stato sostituito al 58′ da Plasmati.

Vittoria invece importante per il Novara, che al “Piola” sconfigge il Padova con un gol su calcio di rigore dell’ex nerazzurro Daniele Buzzegoli e sale a quota 7 punti in classifica. Nelle file dei piemontesi in campo anche un altro ex Pisa Ludi subentrato all’82’ al posto di Perticone. Da parte bianco scudata prova incolore per l’ex nerazzurro Filippo Carini, mentre Matias Cuffa ha seguito dalla panchina tutti i 90′.

Pareggio bugiardo tra Juve Stabia e Siena conclusasi sul 2-2 con le “vespe” dell’ex tecnico Piero Braglia avanti di 2-0 e raggiunti sul 2-2 dai bianconeri in un finale in cui proprio Braglia si è lamentato molto per le decisioni dell’arbitro: “Ci ha fischiato contro per tutta la ripresa – ha detto Braglia a tuttob.com – tenendo anche un atteggiamento irritante nei nostri confronti. Andrò a Coverciano e per la prima volta dopo 24 anni dirò anch’io la mia su come ci stanno trattando”. La Juve Stabia dopo quattro gare di campionato ha il magro bottino di un punto in classifica.

Sconfitta e prova opaca anche per il Modena dove milita l’ex nerazzurro Luca Rizzo al cospetto di un buon Bari che torna a vincere e convincere al “S. Nicola”. Vittoria invece per il Crotone sullo Spezia (1-0) anche se Emanuele Suagher e’ ancora ai box per l’infortunio subito contro il Latina in Coppa Italia un mese fa.

SOTTO LUIGI SEPE IN FORZA AL LANCIANO (foto pisanews.net)

20130914-235144.jpg

By