Come fare trading online con i CFD

PISA – Ti sei mai chiesto come puoi fare trading sfruttando i CFDs? Hai mai usato questi particolari prodotti finanziari? O magari non sai nemmeno di cosa stiamo parlando?

Qualsiasi sia il tuo punto di partenza, cerchiamo di vederci un po’ più chiaro attraverso questo breve approfondimento introduttivo su uno degli strumenti finanziari che ha fatto maggiormente parlare di se nel corso degli ultimi anni!

Cos’è il trading con i CFD

In termini semplici, il trading su CFD ti consente di speculare sul movimento dei prezzi di tantissimi asset quotati sui mercati finanziari. Pensa alla possibilità di poter effettuare delle previsioni finanziarie su indici, azioni, valute, materie prime e obbligazioni, indipendentemente dal fatto che i prezzi siano in aumento o in calo. Poiché stai speculando sul movimento dei prezzi piuttosto che sul possesso dello strumento sottostante, non pagherai l’imposta di bollo né altri costi legati alla titolarità di un deposito titoli presso una banca.

Perché il trading di CFD è così popolare

I CFD sono diventati uno degli strumenti di trading più popolari al mondo grazie a una serie di vantaggi piuttosto evidenti. Pensa per esempio alla possibilità di poter sfruttare prodotti che sono:

  • Fiscalmente efficienti: non devi pagare imposta di bollo o altri oneri legati al possesso dello strumento sottostante;
  • Flessibili: puoi negoziare sui mercati in rialzo o in ribasso;
  • In leva finanziaria: puoi usare una piccola quantità di denaro per controllare una posizione di valore molto più grande;
  • Di copertura: puoi usare i CFD per compensare qualsiasi potenziale perdita di valore dei tuoi investimenti “diretti” in breve tempo.

Come funziona il trading di CFD?

Ma come funziona il trading di CFD? Ora che hai capito di cosa si tratta e che è un trade molto popolare, devi sapere che l’investimento sui contratti per differenza è davvero immediato.

In particolar modo, quando apri una posizione CFD, non devi far altro che selezionare la quantità di CFD che vorresti negoziare e la direzione di mercato che ritieni che l’asset assumerà: il tuo profitto aumenterà in proporzione all’ampiezza del (giusto) movimento del sottostante. Naturalmente, se il prezzo tenderà a muoversi in maniera opposta alle tue previsioni, perderai in maniera altrettanto proporzionale.

Da qui, una delle principali caratteristiche del trading su CFD: puoi fare investimenti anche con i mercati in calo, contrariamente a ciò che dovresti fare se scegliessi di entrare in diretto possesso del sottostante. Di fatti, se ritieni che il prezzo di un asset perderà valore, potrai venderlo anche senza possederlo, con un’operazione di short selling, e di conseguenza cercare di trarre un potenziale profitto dalla flessione dei prezzi. Insomma, una opportunità impossibile nel mercato – ad esempio – azionario, dove puoi solo comprare, o andare long.

Ora, sappi che dato che i CFD ti consentono di vendere allo scoperto e quindi di ottenere un profitto potenziale dal calo dei prezzi di mercato, puoi scegliere di usarli anche per finalità di copertura, ovvero come una sorta di “assicurazione” per compensare le perdite dei tuoi portafogli fisici.

Conviene investire in CFD?

Ma allora conviene investire in CFD? Non lo sappiamo! Tieni infatti in considerazione che l’investimento in contratti finanziari per differenza è un trade ad altissimo rischio, e che pertanto – nonostante possano essere utilizzati anche come copertura – dovresti fare i conti con un atteggiamento speculativo molto ardito, che potrebbe aprirti le porte per perdite anche molto rilevanti. Dunque, prima di capire se convenga o meno investire nei CFD, abbi cura di realizzare una specifica strategia di investimento finanziario che possa permetterti di capire se un trade a così alto rischio / rendimento possa essere effettivamente compatibile con i tuoi obiettivi.

By