Tradizioni storiche, presentazione dei nuovi accessori di corredo e materiali per la conservazione

PISA – Sono stai presentati lunedì 7 dicembre in conferenza stampa a Palazzo Gambacorti gli acquisti relativi ai nuovi accessori di contorno dei costumi storici delle Repubbliche Marinare e del Gioco del Ponte.

A presentare l’iniziativa, che fa parte di un progetto ambizioso iniziato nel 2018, l’Assessore alle Tradizioni Storiche Filippo Bedini insieme al dirigente del settore Giuseppe Bacciardi e al responsabile del magazzino e del patrimonio di costumi dei cortei Antonio Pucciarelli.

«Oggi presentiamo un lavoro certosino – ha dichiarato Bedini – svolto in questo anno in cui non si sono potute svolgere le manifestazioni, che ha 2 obiettivi: il primo è restituire dignità e splendore al patrimonio dei costumi dei cortei storici di Pisa, un patrimonio tra i più importanti in Italia, per troppo tempo abbandonato all’usura derivante dall’utilizzo e dagli effetti del tempo che passa. Un lavoro di restauro e rinnovamento delle dotazioni che non è mai stato fatto negli ultimi 40 anni; il secondo obiettivo è creare le condizioni perché questo patrimonio venga da oggi in poi conservato nel modo corretto, sia nella fase critica del trasporto, che in quella, altrettanto delicata, della consegna e della riconsegna dopo ogni uscita dei figuranti».

«Oltre agli accessori dei costumi – prosegue Bedini – sono state realizzate anche le dotazioni per i cavalli, per le armi e per tutta l’oggettistica a corredo dei cortei stessi. Sono stati rifatti anche i 4 canapi che delimitano il campo di gara, progettati e realizzati i materiali per la conservazione e il trasporto non solo dei costumi, ma anche di tutti gli accessori, come rastrelliere per le spade e le lance, cassettiere e altre tipologie di contenitori specifici per mettere a posto elementi di corredo».

Quella di oggi è statala prima di tre presentazioni che saranno svolte nel mese di dicembre degli acquisti effettuati nell’ultimo anno per i cortei storici della città.

Solo apparentemente l’importanza di questi acquisti è secondaria. Addetti ai lavori e appassionati possono testimoniare bene la portata straordinaria di queste novità per completare e preservare il patrimonio comunale in questo ambito. Completezza e corretta conservazione sono indici essenziali per valutare la qualità dei costumi e degli elementi che compongono un corteo.

« Lo ribadisco – conclude Bedini -, ora finalmente siamo in una situazione ottimale per la conservazione e il trasporto. Si ottimizza anche la delicatissima fase del recupero, che in questi anni ha dato criticità importanti, risolvendo anche il problema di dove sistemare con la rapidità e la praticità necessarie gli oggetti al termine del corteo. Inoltre abbiamo catalogato ogni accessorio in modo che ogni figurante ritrovi facilmente e puntualmente riconsegni le varie componenti del proprio costume storico».

«Grazie a questo nostro ambizioso progetto che continuerà fino alla fine della consiliatura – ha concluso Bedini – conserviamo e rendiamo completo il prezioso patrimonio di costumi storici di pregio, intervenendo puntualmente su quelli che nel tempo hanno subito logoramenti anche durante il trasporto e non solo durante il fisiologico utilizzo. Per questo vorrei ringraziare il Dirigente Bacciardi e, soprattutto, Antonio Pucciarelli che unisce all’esperienza nel settore una grande passione per il recupero filologico del patrimonio, valorizzando ogni dettaglio come vuole la tradizione».

By