Tragedia a Chimica. L’amico Francesco ricorda Marcello Marini deceduto martedì

PISA – Si è accasciato nel laboratorio di chimica industriale dell’Università di Pisa e non c’è stato niente da fare. Marcello Marini, 41 anni, se n’è andato alle 17 di ieri, martedì 3 gennaio di fronte ai suoi colleghi nella sede di via Moruzzi. Ecco il pensiero inviatoci da Francesco, che lo conosceva bene.

Marcello Marini lascia la moglie e due figli piccoli, un maschio di 5 e una femminuccia di 3 anni. Residente a Cascina, a Pisa lo legava il suo lavoro e la passione per il Pisa. È stato volontario nella Protezione civile e continuava a dare la sua disponibilità come vigile del fuoco.

Il pensiero di Francesco: “Caro Marcello, non ci sono parole o almeno fatico a trovarle ti ho conosciuto che ero piccolo e venivo a trovare mio zio a lavoro al dipartimento di Chimica, dove lavori tu (già parlo al presente perchè fatico a farlo al passato e a credere che cosa è successo), ci siamo frequentati poco ma hai avuto sempre un sorriso o una battuta pronta che mi faceva sorridere, senza dimenticare le nostre chiacchierate sul Pisa, di cui condividevamo la passione. Non ti nascodo, ho il nodo alla gola. Beh… tu che eri pronto ad aiutare sempre gli altri, impegnato nel sociale, volontario nei vigili del fuoco – distaccamento di Vecchiano – e alla Misericordia e che stupivi sempre con la tua allegria, devo dire che hai stupito anche stavolta. Ciao amico mio un abbraccio. Approfitto di queste poche righe per fare le mie più sentire condoglianze a tutta la famiglia. Francesco”.

Nella foto sopra tratta da Fb Marcello Marini

By