Tragedia sventata dalla Polizia Penitenziaria al carcere Don Bosco di Pisa

PISA – Tragedia sventata nel Carcere “Don Bosco” di Pisa, un agente infatti ha salvato la vita ad un detenuto nella mattinata del 7 gennaio.


A denunciare l’accaduto denuncia la Segreteria Provinciale della UIL PA Polizia Penitenziaria di Pisa, questo tragico evento avviene quest’oggi, ove si celebra la “Giornata Nazionale della Bandiera”, simbolo di fedeltà, valori, unità. “Orgoglio, Amor di Patria, Appartenenza sono gli ideali rappresentati a pieno dagli Uomini e dalle Donne della Polizia Penitenziaria a cui va tutta la nostra solidarietà e vicinanza, che ancora una volta hanno risolto in maniera professionale ed impeccabile un grave evento critico come il tentato suicidio di un detenuto” – chiosa il Dirigente Sindacale.

Nel Reparto SAI (Servizio Assistenza Intesificata) della Casa Circondariale di Pisa (n.d.r sotto ai riflettori per la recente visita del presidente del Consiglio regionale, A. Mazzeo), un detenuto magrebino ha tentato di togliersi la vita tramite impiccamento. Gli Agenti di Polizia Penitenziaria
della sezione si sono tempestivamente accorti, nel giro di controllo, che il ristretto era legato alla grata con una corda improvvisata con dei lenzuoli, gli agenti sono dunque entrati nella cella e sono riusciti a staccare dalle grate il detenuto. La condotta irreprensibile del personale di Polizia
Penitenziaria ha dunque impedito che il tentativo di suicidio mediante impiccamento producesse la morte del ristretto
”, l’uomo non è in pericolo di vita.

By