Trapani (Pd): “Variante stadio da ripresentare in commissione”

PISA – Riceviamo e pubblichiamo comunicato a firma Matteo Trapani Capogruppo Gruppo PD in Consiglio Comunale sulla variante stadio.

Ci ritroviamo a distanza di una settimana a dover riaffrontare in commissione la variante stadio. Dopo che questa maggioranza aveva sbandierato la sua efficienza è costretta a riportare la delibera in votazione, probabilmente vi erano delle mancanze e devono correre al riparo. Mancanze che avevamo espresso e sollevato durante la commissione. Allora ci chiediamo perché vi è stata questa urgenza di portare qualcosa in commissione senza che fosse completa causando di dover riconvocare la commissione a distanza di una settimana per rivotare la stessa cosa. E’ questo il servizio che diamo ai cittadini? Ricordiamo che la 1ccp si è riunita solo 1 volta a seguito dell’emergenza covid e tutte le richieste di argomento fatte dalla minoranza non sono state ancora accolte. Ancora una volta è la dimostrazione che le cose vanno fatte bene con precisione  e riflettendo sulle conseguenze. La città di Pisa, la sua squadra di calcio e soprattutto i suoi tifosi meritano uno stadio adeguato alle esigenze attuali, moderno e funzionale al passo con le normative e con una città che vuole crescere. Rimangono i tanti dubbi per una variante che non ha un progetto definito e definitivo di come sarà il nuovo stadio senza disporre di un piano economico finanziario dell’operazioni e sopratutto senza conoscere le ricadute sul quartiere. Una variante che in modo inaccettabile inserisce nell’atto urbanistico l’area di proprietà della comunità islamica, prevedendo laddove doveva essere realizzata la moschea la realizzazione di un esiguo numero di parcheggi. In questo momento sarebbe stato opportuno portare in commissione anche altre iniziative a sostegno dell’edilizia, delle tante ditte locali in difficoltà e sugli interventi di manutenzione da fare nelle scuole comunali visto che i nostri bambini, studenti e ragazzi sono a casa. In modo da partire a settembre con scuole sicure ed efficienti“.

By