Trattativa societaria: slitta al 23 novembre la presentazione dell’offerta

PISA – La stampa locale questa mattina da ampio risalto alla situazione societaria. La vera novità è lo slittamento della data della presentazione dell’offerta, che slitta di una settiman, da giovedì 17 mercoledì 23 novembre.

Ovvia la preoccupazione dei tifosi che vedono così prolungare la lunga agonia iniziata quest’estate e non ancora terminata. Quella che doveva essere la settimana decisiva ancora una volta non sarà.

Il presidente della Lega Andrea Abodi però rassicura tutti. L’imminente sentenza riguardante Fabio Petroni, ancora agli arresti domiciliari non c’entra. Petroni sembra avere presentato tutti i documenti e l’intenzione di vendere il club sembra essere rimasta tale. Restano dei dubbi sulla situazione debitoria, ma quella non è certamente una novità. Infatti sembra che Magico Srl è in pole per l’acquisizione del club nerazzurro (ormai è risaputo e non è una notizia) e avrebbe preso tempo per controllare le carte dopo la chiusura della due diligence.

Attenzione però perché nella trattativa di cessione del Pisa c’e anche un altro soggetto, la IPM azienda di materie plastiche nel bresciano a cui fa capo Alberto Ruggeri. L’imprenditore bresciano, legato alla famiglia Anconetani nei giorni scorsi è arrivato in città e la sua azienda sembra fare sul serio. “Presenteremo un offerta importante per il Pisa – ha detto a SestaPorta – sento di offerte milionarie. Noi stiamo lavorando giorno e notte, per il momento non diciamo nulla e non facciamo cifre. Dico solo che ci siamo anche noi, Abodi sta vigilando bene la situazione e vuole il bene del Pisa, così come noi. Se poi saranno altri ad acquisirlo li applaudiremo. Una cosa è certa, chi acquisirà le quote del Pisa non importa, la società sarà in buonissime mani”.

By