Tre arresti in quattro giorni per spaccio e furto aggravato in centro

PISA – Un intenso fine settimana per gli agenti della Polizia Municipale del Comune di Pisa.

Tra le principali attività sono da segnalare tre arresti nel centro storico in quattro giorni, i primi due per spaccio e l’ultimo per furto aggravato; la chiusura di due locali per assembramenti e per vendita abusiva di alcolici. L’ultimo arresto si è svolto nella giornata di lunedì 2 agosto in pieno pomeriggio con l’arresto in flagranza di un cittadino straniero, già noto alle forze dell’ordine, per furto aggravato. In Corso Italia aveva sottratto il cellulare, sfilandolo dai pantaloni, a una persona colta da malore e riversa a terra nel corso dei soccorsi del 118. Visto dalla pattuglia appiedata della Polizia Municipale, veniva rintracciato e arrestato in via Gramsci da un’altra pattuglia. Martedì 3 agosto si è celebrato il processo per direttissima concluso con la convalida dell’arresto e l’applicazione della misura cautelare del divieto di dimora in provincia di Pisa. Il processo è stato rinviato al 28 ottobre con rito abbreviato.

«L’impegno e l’attenzione intorno ai temi della sicurezza e della prevenzione rimane alta e non abbassiamo certamente la guardia – dice l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno -. Gli uomini e le donne dalla nostra Polizia Municipale stanno facendo un lavoro capillare di controllo del territorio e di contrasto a tutti i fenomeni di illegalità e pertanto li ringrazio del grande impegno, svolto con professionalità e competenza e degli sforzi che stanno dando risultati ottimali nella lotta allo spaccio e nel rispetto dei principi di legalità. Gli interventi e le attività di sorveglianza, il rapporto sempre più proficuo con la popolazione che ci informa di alcuni movimenti sospetti e gli arresti di questi giorni, peraltro convalidati dal giudice, confermano che stiamo andando nella direzione giusta».

Nel fine settimana, in piazza Vittorio Emanuele, nel corso delle attività di sorveglianza, dopo un breve inseguimento è stato bloccato e arrestato un cittadino straniero, pluripregiudicato, sorpreso in flagranza di reato per spaccio di stupefacenti, così come è stato identificato il cliente che si era nascosto in un locale della zona. Sempre in centro storico, nella serata di sabato, nel corso di normali attività di controllo è stato disposto l’arresto di un cittadino straniero di 19 anni che stava tentando di approcciare alcuni clienti in piazza dei Cavalieri. La sua attività era stata precedentemente osservata da una pattuglia in borghese che ha consentito di arrestarlo sui gradini della chiesa di Santo Stefano in flagranza di reato. Perquisito veniva trovato in possesso di 6 dosi di cocaina pronte allo spaccio, nascoste in un pacchetto di sigarette, e di banconote, frutto della precedente attività illegali. Lunedì scorso è stato processato per direttissima e condannato a sei mesi di reclusione e 1.000 euro di multa, pena sospesa.

Sempre nei giorni scorsi, inoltre, è stato individuato e sanzionato un locale del centro per la vendita da asporto di alcolici oltre l’orario indicato dall’ordinanza sindacale. È stato anche fermato un venditore abusivo di alcolici in piazza dei Cavalieri, subito sottoposto alla sanzione di 5.000 euro per esercizio abusivo del commercio, con sequestro amministrativo delle bottiglie contenute in uno zaino nascosto fra i cassonetti. Nel corso delle normali attività di controllo sul rispetto della normativa anti covid, infine, un locale del centro è stato sanzionato e ha ricevuto il provvedimento di immediata chiusura per cinque giorni, poiché non aveva adottato gli accorgimenti previsti dalla legge per evitare assembramenti della clientela non consentiti.

By