Una tre giorni al Royal Victoria Hotel per ricordare Massimo Biagi

PISA – Per ricordare Massimo Biagi, grande esperto e collezionista di piante, esponente insigne della Accademia Italiana del Peperoncino, un ristretto comitato di suoi intimi amici pisani ha organizzato una “tre giorni” al Royal Victoria Hotel che gli appassionati del “piccante” non dovranno lasciarsi sfuggire.

 

“Volevamo ricordare Massimo – commenta Silvano Gremigni, uno degli organizzatori – non con un ‘Requiem’ ma con una iniziativa aperta a tutti che consentisse alla Città di apprezzare lo spessore di questo grande personaggio, le sue passioni e le sue ricerche. Naturalmente c’è anche l’aspetto del ricordo personale, adesso purtroppo unito al ricordo del figlio Nicola, prematuramente scomparso; ma il senso rimane quello di una grande ‘festa’ per celebrare Massimo e le sue passioni”. Non a caso il titolo dell’iniziativa, patrocinata dal Comune di Pisa, è “Massimo Biagi: storia di una passione” ed il programma si preannuncia davvero ricco, spaziando dalla cultura gastronomica, agli approfondimenti sul peperoncino, al vernacolo (naturalmente “piccante”). Tutte le iniziative sono ad ingresso libero (esclusa ovviamente la cena del sabato) e si svolgeranno grazie alla ospitalità della famiglia Piegaja presso l’Hotel Victoria con inizio dalle 17.00.

Si inizia venerdì 29 con la inaugurazione della mostra “Le piante di peperoncino” e con la cerimonia di donazione al Comune di Pisa della raccolta di studi di Massimo, la cui figura sarà ricordata da Amedeo Alpi e Marco Carmazzi; sabato 30 è invece la volta di una Tavola rotonda “Gastronomia e peperoncino” con Antonio Lunardini, Rita Salvadori e Giancarlo Suriano, a seguire una conversazione dal titolo “Peperoncino e salute – sua utilizzazione nell’ambiente medico” con Bruno Amantea e Enzo Monaco, mentre presso il ristorante “Pangrattato “ di Torre del Lago avrà luogo la cena di gala per l’apertura della delegazione “Versilia” della Accademia Italiana del Peperoncino; domenica 1 ottobre è previsto un appetitoso “Pomeriggio vernacolo piccante” offerto dal Crocchio Goliardi Spensierati che si esibirà nell’interpretazione di frizzanti pagine vernacole (divertimento assicurato), per dare poi spazio allo spoglio delle schede e alla premiazione del vincitore del “Primo Concorso del Vernacolo Piccante” con lettura degli elaborati. Per concludere, l’artista pisano Nicola Gorreri consegnerà ai familiari di Massimo Biagi un’opera grafica che, riprodotta su cartolina, costituirà un omaggio per tutti gli intervenuti.

By