Tredici denunce nella Notte Bianca in Blu

PISA – Nel corso della giornata di ieri, che si è conclusa con la Notte Bianca in Blu, i Carabinieri hanno predisposto un apposito servizio di controllo, con l’ausilio di alcuni reparti di rinforzo.

Il servizio ha visto impiegate le pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile, unitamente a quelle della Stazione Carabinieri di Pisa; presenti anche tre pattuglie della Compagnia di Intervento Operativo del 6° Battaglione Toscana, giunte da poco nel capoluogo pisano, dove permarranno per un certo periodo, fornendo ausilio ai Carabinieri locali.

auto carabinieriDurante i controlli sulle principali vie del centro ed in zona stazione ferroviaria, sono state deferite in stato di libertà 13 persone: S.N. italiano, classe 79, per aver guidato con tasso di alcol superiore ai limiti di legge; la sua autovettura è stata sequestrata per la successiva confisca; T. M. classe 86, per essersi rifiutato di sottoporsi all’alcol test; R.I. di anni 55, rumeno per aver detenuto senza giustificato motivo un coltello atto ad offendere; V.H. classe 77, macedone gravato dal foglio di via obbligatorio per il comune di Pisa: lo stesso sembra veramente ignorare il provvedimento del questore, tanto che è la tredicesima volta che i militari lo denunciano per l’inosservanza del foglio di via.

Denunciato per inosservanza del foglio di via obbligatorio anche C.M., italiano, classe 76 e residente a Montopoli Val D’Arno. Pisa si conferma ancora una volta città nella quale sono particolarmente diffusi gli stupefacenti: denunciati B.E., classe 72 e G.L., italiano del 62, per essersi rifiutati alla richiesta di sottoporsi a specifiche analisi sulla presenza di stupefacenti nel sangue. Un altro ragazzo italiano, dell’89, è stato denunciato sia per guida in stato di ebbrezza che per guida sotto gli effetti di stupefacente; trovati “alticci” alla guida anche B.G., ragazza italiana del 91, e C.C., italiano del 78, quest’ultimo denunciato anche per porto di un coltello.

Un altro italiano invece ha visto il deferimento in stato di libertà sia per guida in stato di ebbrezza sia sotto l’effetto di stupefacenti, lo stesso è stato inoltre segnalato alla prefettura in qualità di assuntore, poiché trovato con una modesta quantità di stupefacente. Applicata ancora una volta inoltre, l’ordinanza sindacale “anti bivacco”: un ragazzo tunisino dell’85, nei pressi della stazione ferroviaria, è stato denunciato per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità; altri due tunisini sono infine stati denunciati per inosservanza delle norme sull’immigrazione.

You may also like

By