Il “Trofeo Katia Spinesi” al Circolo Velico di Torre del Lago

VECCHIANO – Al via Domenica 29 Aprile alle ore 9 il primo Trofeo “Katia Spinesi” Organizzato da Aila volontaria vecchianese tragicamente scomparsa in memoria della volontaria vecchianese tragicamente scomparsa

L’Associazione Italiana Lavoro in Acqua (Unità cinofile da soccorso) con il patrocinio del Comune di Vecchiano. Organizza il primo trofeo “Katia Spinesi”, che consiste in una gara di salvataggio nautico cinofilo di livello nazionale. Ci sarà anche una raccolta fondi a scopo benefico per i donatori di organi.

Al circolo Velico di Torre del Lago Puccini, nel territorio comunale di Viareggio.

Il trofeo è organizzato per ricordare Katia Spinesi, ragazza vecchianese di 31 anni tragicamente scomparsa nel febbraio 2014. Katia era attivissima nel mondo del volontariato del suo territorio. Tra le prime socie Aila, assieme alla famiglia partecipava e contribuiva all’organizzazione dei numerosi eventi.

Marco Spinesi, padre di Katia e vicepresidente Aila afferma: «Katia è sempre vissuta con il cane in casa seguendolo nel percorso cinofilo in Aila, svolgendo anche attività per la Croce Rossa Italiana. Ha vissuto da vicino tutta la gravidanza e l’arrivo di otto cuccioli di Labrador, uno dei quali possiamo ammirarlo nella locandina dell’evento. Dopo la sua scomparsa, anche Benny, la labrador nera di famiglia, l’ha seguita. Dalla cucciolata degli otto Labrador, una nostra cara amica aveva promesso in regalo un cucciolo, cosa che è avvenuta purtroppo dopo la sua scomparsa. Attualmente, sto proseguendo nella attività cinofila con il nuovo arrivato, portando nel cuore la memoria di mia figlia».

Alessandro Zannini, presidente Aila dice: «Aila è nata nel 2009 con l’intento di aggregare cinofili con la passione del lavoro in acqua. In questi anni, l’associazione è cresciuta notevolmente e le adesioni crescono di stagione in stagione. Tutto questo è dovuto al notevole spirito di collaborazione dei soci, che svolgono con passione e sacrificio le attività cinofile previste. Tutti hanno un ruolo ben preciso e tutti si sentono coinvolti con notevole motivazione al lavoro di gruppo, nel processo di sviluppo di Aila. Marco Spinesi, che iniziò con me in questo lungo e talvolta oneroso cammino, è uno dei pilastri fondamentali che mai ha fatto mancare il suo appoggio soprattutto nei momenti difficili della vita dell’associazione. A oggi, Aila è affiliata al Csen (Centro Sportivo Educativo Nazionale), ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni, e promuove e organizza brevetti sportivi di salvataggio nautico a livello nazionale”.

By