Trofeo Sestilio Paletti. Vince il Carpi, Pisa secondo

PISA – Il Carpi si aggiudica il primo Trofeo Sestilio Paletti, triangolare che visto protagonisti in campo il Pisa, il Carpi ed i tedeschi del Roj Dortmund.

di Antonio Tognoli

Foto di Roberto Cappello

La formazione emiliana batte con un rotondo 6-0 il Roj, vince con il Pisa per 1-0 chiudendo dunque a quota sei in classifica precedendo i nerazzurri a tre che sconfiggono (5-0) i piu che modesti tedeschi in maglia giallorossa che chiudono in classifica a quota zero.

Carpi – Roj. A scendere in campo per primi il Carpi e il Roj Dortmund. Netta la supremazia degli uomini di Calabro contro i dilettanti tedeschi. Malcore realizza una doppietta, poi le reti di De Marchi su rigore Nzola, Romano e Hriech con il portiere Hussem protagonista di almeno tre interventi importanti che limitano oltremodo il passivo della sua squadra in balia di quella emiliana.

Pisa-Carpi. Nella seconda sfida del torneo Pisa e’ sconfitto dal Carpi per 1-0. Nerazzurri schierati con il 4-3-3. Davanti a Petkovic ci sono Ingrosso e Lisuzzo con Mannini e Longhi a fungere da esterni difensivi. Centrocampo formato da Zammarini,  Maltese e Di Quinzio. Tridente d’attacco composto da Peralta,  Masucci e Negro.

Al 7′ corner di Jelenic forse impercettibilmente deviato da Ingrosso che termina alle spalle di Petkovic. 1-0 per la squadra di Calabro che mette paura ancora al Pisa con Mbakogu ma questa volta Petkovic risponde con una respinta con i piedi stile Garella.

Il Pisa si rende pericoloso con una conclusione al volo di Zammarini respinta da Colombi. Al 22′ Masucci va giù in area con il direttore di gara che lascia correre. Al 34′ nel Pisa esce Longhi per un lieve infortunio, al suo posto entra Favale. I nerazzurri cercano il pareggio ma non riescono a bucare la retroguardia emiliana.

Pisa-Roj. Nel terzo incontro con il Roj Dortmund in campo con il nuovo acquisto Giannone schierato da Gautieri accanto ai giovani Cernigoi e Cuppone. Ed è proprio Cernigoi che apre le marcature dopo un bello scambio con Cuppone al 4′. Nerazzurri che fanno la partita.

Birindelli indossa la fascia di capitano. Izzillo al 11′ costringe alla respinta sulla linea un difensore tedesco, mentre al 13′ è ancora Cernigoi a raccogliere un assist di Giannone che aveva driblato un paio di avversari e mettere in porta con il piatto destro: 2-0.

Al 17′ fallo di Selim su Cuppone in area tedesca: rigore. Izzillo va sul dischetto e fa 3-0. Il Pisa sfiora in più circostanze il gol. Cernigoi per due volte (24′) a pochi passi dalla porta manca incredibilmente il bersaglio grosso.

Al 30′ ci prova Cuppone dal vertice sinistro dell’area ma Hussem è ancora una volta bravissimo e respinge. Al 39′ ci prova invece Izzillo dal limite con Hussem ancora bravo a ribattere. Al 40′ però l’estremo difensore tedesco non può nulla sulla conclusione del numero 19 nerazzurro che firma la sua personale doppietta. A chiudere il conto per il Pisa il giovane Nacci che fissa il punteggio sul 5-0.

I TABELLINI DEI TRE MATCH

CARPI – ROJ DORTMUND 6-0

Carpi: Serraiocco (Rossi) Anastasio, Cavalieri, Vetturini, Concas, Hraiech, Romano; Nzola, De Marchi, Malcore. All. Nicola Calabro.

Roj Dortmund: Hussem, Selim, Mazlum, Kahraman, Guney, Pascuale, Alan, Kagitar, Murad, Welat, Sami. All. Gruner.

ARBITRO: Cipriani (Ass. Bercigli-Meozzi)

RETI: 4 e 24′ Malcore, 35′ De Marchi (rig.), 39′ Nzola, 41′ Romano, 43′ Hraiech.

PISA – CARPI 0-1

PISA: Petkovic; Mannini, Ingrosso, Lisuzzo, Longhi (34′ Favale), Maltese, Di Quinzio,  Zammarini; Peralta, Masucci, Negro. All. Gautieri.

CARPI: Colombi; Sabbione, Capela, Poli, Jelenic; Concas, Verna, Giorico, Pasciuti, Saric, Mbakogu. All. Calabro

ARBITRO: Guarnieri di Empoli (Ass. Berti-Meocci)

RETI: 7′ Jelenic (C)

PISA – ROJ DORTMUND 5-0 

PISA: Campani; Birindelli, Sabotic, Carillo, Favale; Izzillo, Gucher, Nacci; Giannone, Cuppone, Ceenigoi. All. Gautieri

ROJ DORTMUND: Hussem, Selim, Mazlum, Kahraman, Guney, Pascuale, Alan, Kagitar, Murad, Welat, Sami. All. Gruner.

ARBITRO: Cipriani  (Ass. Bercigli-Berti)

RETI: 4′ e 13′ Cernigoi, 18′  (rig.) e 40′ Izzillo, 45′ Nacci

By