Tutti insieme per aiutare Christian

CALCINAIA – Presentata ieri giovedi 24 agosto, presso la Sala Consiliare del Comune di Calcinaia, una ulteriore iniziativa benefica nell’ambito del Progetto “Insieme per Christian” che da due anni a questa parte sta coinvolgendo sempre più persone nel fornire aiuto, morale e soprattutto materiale, ai genitori del piccolo Christian Picarella, affetto da una malattia rara – addirittura definita con una sigla, CDKL5, ma conosciuta anche come “Sindrome di Hanefeld” – contratta alla nascita.

In una conferenza stampa introdotta e moderata da Luca Baldi, Presidente del Comitato Organizzatore, il Sindaco di Calcinaia, Lucia Ciampi non ha potuto che sottolineare di essere “orgogliosa di aver concorso, come Ente Pubblico, a fornire un contributo affinché le problematiche che affliggono Christian, oggi di quasi 5 anni, vengano prese in considerazione dalla Scienza medica e che sia di auspicio per portare i suoi frutti non solo al piccolo ed alla sua famiglia, ma anche a tutti coloro che sono costretti a vivere una analoga drammatica situazione, nonché lieta ed onorata di ospitare questo evento benefico, in ordine al quale ringrazio Mister Simoni, personaggio che non ha certo bisogno di presentazioni, per la disponibilità concessa al servizio degli “Amici di Christian” …

A margine dell’intervento del Primo Cittadino, l’Assessore alle Politiche Sociali, Giuseppe Mannucci, aggiunge “il ringraziamento per aver fatto partecipe il Comune di Calcinaia di questo evento, che deve essere di sprone affinché iniziative analoghe vengano incentivate per favorire la ricerca al fine di debellare questa malattia, in ordine alla quale sarebbe necessario che le Multinazionali rafforzassero il loro impegno anche nel campo delle malattie rare”.

Particolarmente toccante è quindi l’intervento di Barbara Zanoni, madre di Christian, la quale non può che rimarcare come “non possa che esprimere tutta la mia gratitudine per l’aiuto e l’affetto che ci circonda, in particolare per quanto stanno facendo da due anni a questa parte i ragazzi di “Io Tifo Pisa” (Giacomo Di Sacco e Fabio Grasci Puccini, ndr), soprattutto per il fatto di non sentirci più soli nell’affrontare una malattia che espone il bambino a continui rischi di morte, ma fortunatamente Christian è forte e sta lottando come un leone per restare attaccato alla sua vita”. “Tutti sapete”, prosegue la madre, “che le cure sono molto costose, ed il supporto che stiamo ottenendo fa sì che ci sentiamo un po’ tutti una famiglia, dato che io, per stare vicina a Christian, ho dovuto lasciare il lavoro e tirare avanti con il solo stipendio di mio marito è quasi impossibile, ma proprio grazie alla solidarietà dimostrata, oggi posso dire che Christian non manca niente, compresa la speranza che gli attuali livelli di ricerca sperimentati negli Stati Uniti portino a quella che ci viene prospettata come una cura tale da poter risolvere definitivamente i problemi di mio figlio e di tutti coloro che soffrono delle stesse problematiche”.

Parole che hanno commosso l’ex Tecnico nerazzurro Gigi Simoni, il quale non ha tenuto a nasconderlo, così commentando da oggi è cambiato qualcosa nella mia vita, la vicenda umana di questo bambino e dei suoi genitori mi ha veramente coinvolto, ed, oltre a fornire tutto il mio impegno per il buon esito dell’iniziativa che oggi abbiamo presentato, intendo mettere a disposizione le mie conoscenze nell’ambiente calcistico affinché si costituisca un Fondo per dare un aiuto concreto a Christian ed alla sua famiglia, con la speranza che quanto prima possa tornare il sorriso sui loro volti, oggi provati da questa terribile esperienza”.

Tocca infine a Giacomo Di sacco, uno dei titolari del negozio “Io Tifo Pisa” di Fornacette, fare un po’ la storia del piccolo Christian ed illustrare i particolari dell’evento, sottolineando come … “della vicenda di Christian abbiamo avuto notizia da dei ragazzi di Pontedera attraverso un Post pubblicato su Facebook circa due anni fa, e da allora io ed il mio amico Fabio abbiamo preso la decisione di “adottare” il piccolo con la costituzione di un progetto denominato “Insieme per Christian”, che si è pian piano trasformato da livello locale a nazionale”. “Nello specifico”, prosegue Di Sacco, “l’evento che andrà in scena martedì prossimo 29 agosto, nasce dall’incontro con Guido Gheri, Tecnico della “Nazionale Italiana DJ”, il quale si è immediatamente dichiarato entusiasta dell’iniziativa, così come Luca Baldi, Presidente del “Fornacette”, che non ci ha pensato due volte nel mettere a disposizione i propri Impianti sportivi per la miglior realizzazione possibile di una serata all’insegna del divertimento e della solidarietà, strutturata in tre fasi, dapprima con la disputa, alle ore 19 con ingresso gratuito, di una partita di Calcio tra la “Nazionale Italiana DJ” ed una selezione locale denominata “Insieme per Christian”, agli ordini di Mister Simoni, per poi proseguire con una cena a menù fisso al prezzo di 15 €uro e quindi, dalle 22, avere ben 22 Disc Jockey a disposizione che allieteranno i presenti alternandosi alla consolle per concludere alla grande una manifestazione che ci auguriamo possa portare alla presenza di circa 3mila persone”.

di Giovanni Manenti

Diremmo, quindi, che per una bella serata di fine estate, non ci sia niente di meglio che far visita ai – tra l’altro, stupendi – impianti sportivi di Fornacette per dare un aiuto tangibile alla lotta che il piccolo Christian sta intraprendendo per sconfiggere la terribile malattia che lo affligge sin dalla nascita.

By