Ultimi metri prima della fine della lastricatura di Via S. Maria

PISA – Conto alla rovescia per la fine della lastricatura di via Santa Maria: finalmente uno degli accessi alla piazza più bella e conosciuta del mondo sarà all’altezza della situazione.

37893_lavori in corso

Un altro tassello della riqualificazione del percorso pedonale Stazione-Duomo. Il cantiere è ormai arrivato negli ultimi metri, davanti alla facoltà di lingue. Parallelamente va avanti anche l’intervento di riqualificazione di piazza Cavallotti: fatta la lastricatura intorno, gli operai stanno intervenendo sulla parte a verde. Iniziati il 22 settembre, i lavori sono in linea con il cronoprogramma, tenendo conto che al progetto iniziale si sono aggiunte alcune migliorie come la lastricatura del lato ovest di piazza Cavallotti e l’allacciamento alle fognature dei privati. Il termine dell’intervento è previsto tra il 15 e il 20 luglio

Alla fine dei lavori cambierà la viabilità nella zona, per consentire di utilizzare al meglio e preservare la nuova lastricatura. Via Santa Maria diventa pedonale: nel tratto tra piazza dei Miracoli e via Galli Tassi sarà permesso il passaggio a residenti e commercianti solo tra le 7 e le 9.30. Mentre cambia il senso di marcia nel tratto tra piazza Cavallotti e via Galli Tassi che sarà pedonale dalle 9.30 alle 20 (alle 19 nel semestre invernale); questo secondo tratto sarà percorribile anche nell’orario giornaliero dai taxi ma solo se devono prendere o lasciare passeggeri all’interno dell’area pedonale. Verranno installati dissuasori a scomparsa. Il tutto sarà monitorato con cadenza semestrale.

Il nuovo piano della viabilità è il risultato di un lungo processo di partecipazione che ha visto protagonisti, comitati, Consiglio Territoriale di Partecipazione e Consiglio Comunale. Le decisioni assunte dalla Giunta e proposte dall’assessore Forte sono il frutto della mediazione tra le diverse esigenze con una attenzione particolare alla piena valorizzazione del quartiere riqualificato, sia per i residenti che per i visitatori della città.

By