Un masterplan tutto nuovo per la Tenuta di San Rossore

PISA – Ambiente, sviluppo sostenibile, turismo, agricoltura: a San Rossore si progetta il futuro. L’Ente Parco ha affidato a Carlo Ratti Associati, studio internazionale di progettazione con sede a Torino e filiali a New York e Londra, il compito di elaborare il Masterplan per la Tenuta di San Rossore.

Un piano che ha gli obiettivi di individuare per gli edifici di San Rossore una destinazione d’uso e un percorso per programmare eventuali interventi di recupero mirati alla creazione di poli ambientali, agricoli e turistici, a partire dalla Villa del Gombo già in restauro. Da aree di riserva per preservare la natura incontaminata alla fruizione rispettosa, grazie al Masterplan San Rossore diventerà un laboratorio per lo sviluppo sostenibile, in cui sperimentare una nuova modalità di fruizione della natura, in cui sviluppare l’agricoltura del futuro, altamente tecnologica, biologica e rispettosa dell’ambiente e in collegamento con le attività economiche del territorio. Un luogo adatto ad un turismo consapevole, che arricchisca il territorio, con un’attenzione particolare al tema della mobilità green e ad incentivare l’uso di biciclette, mezzi elettrici e vie d’acqua. Un lavoro ancora più attuale dopo l’emergenza Covid-19, per immaginare nuove relazioni tra città e natura.

«Siamo molto contenti che l’architetto Carlo Ratti ed il suo team abbiano accettato la sfida, il loro contributo è fondamentale per ideare una sperimentazione avanzata capace di diventare un modello di livello internazionale – spiega il presidente del Parco Giovanni Maffei Cardellini – sarà un salto di qualità per valorizzare il Parco, un luogo che sia una occasione di lavoro, una vera e propria fabbrica delle ìdee e di conservazione della natura». «Il Masterplan, sulla cui realizzazione c’è una precisa indicazione della Regione Toscana, si coniuga con il percorso già iniziato per elaborare il nuovo Piano Integrato del Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli che coinvolge tutte le Tenute» continua il direttore Riccardo Gaddi.

Lo stesso architetto Carlo Ratti sarà a Pisa nei prossimi mesi per presentare le prime idee progettuali.

Carlo Ratti Associati è uno studio di design e innovazione con sede a Torino e filiali a New York e Londra. Legandosi alle attività di ricerca di Carlo Ratti, professore presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston, lo studio sviluppa progetti sulle scale più diverse, dall’arredo alla pianificazione urbana. Tra i lavori più recenti si trovano il masterplan per MIND-Milan Innovation District sull’ex sito di Expo Milano 2015, la ristrutturazione della sede della Fondazione Agnelli a Torino, l’edificio per la ricerca scientifica VITAE a Milano che incorpora un grande vigneto urbano, il design del Padiglione Italia ad Expo Dubai 2020, un progetto di risistemazione del lungolago di Lugano. CRA è ad oggi il solo studio i cui lavori sono stati inseriti tre volte nella lista delle “Migliori invenzioni dell’anno” da parte della rivista americana TIME – rispettivamente con il Digital Water Pavilion (2007), la Copenhagen Wheel (2014) e Scribit (2019).

By