Un piacevole weekend autunnale nei dintorni di Pisa

PISA – Quando si pensa ad un weekend in provincia di Pisa vengono subito in mente la torre pendente con il battistero, il verde prato di Piazza dei Miracoli e le passeggiate sul lungarno ma non tutti sanno che nei dintorni di Pisa ci sono dei borghi fiabeschi con tanto di torri e castelli.

La fine del lockdown osservato durante il periodo più pesante della pandemia da coronavirus ha innescato negli italiani la voglia di stare all’aria aperta quasi come a recuperare il tempo perduto che li aveva costretti a casa. Il turismo che continuerà a fare la parte del leone anche in autunno è quello rurale, che conduce il visitatore ad apprezzare moltissimi  gioielli d’arte immersi nella natura. I borghi della provincia di Pisa sono i luoghi ideali per tutte le escursioni volte alla scoperta di antichi sapori e di vecchie tradizioni che si amalgamano con i profumi tipici della campagna toscana. Lungo la via francigena, precisamente tra Pisa e Firenze, si incontra l’abitato medievale di San Miniato. La cittadina è rimasta intatta ed è famosa per la Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco che si svolge a novembre. Tra Pisa e Siena sorge Volterra, antica città etrusca che conserva intatti il Palazzo dei Priori, edificato sull’omonima piazza, il duomo con il battistero e l’Anfiteatro Romano costruito nel I secolo a.C. Tra i piccoli borghi medievali il tempo scorre in un’atmosfera che sembra essersi fermata a tanti secoli orsono ma la presenza di negozi, ristoranti, moderni locali ci ricorda che la tecnologia ha sconfinato pure in questi posti incantati. L’era digitale si palesa soprattutto all’interno dei tabacchi-ricevitoria in cui gli abitanti del luogo tentano la fortuna giocando alla  Lotteria. I giochi a premi più gettonati del momento sono come sempre l’antico gioco del Lotto e la nuova lotteria Eurojackpot.

All’ultima estrazione eurojackpot sono affidati i sogni milionari dei giocatori di 18 Stati europei che in ricevitoria oppure online si contendono ogni settimana un jackpot non inferiore a 10 milioni di euro. Realizzare una vincita importante nel territorio servirebbe a creare più strutture di accoglienza per le migliaia di turisti che giungono da tutte le parti d’Italia per ammirare le bellezze artistiche della zona passando per golosi itinerari  enogastronomici. La passeggiata medievale continua a Vicopisano che ospita costruzioni di grande interesse storico, tra queste la più famosa è la fortezza Medievale progettata addirittura da Brunelleschi. Il borgo conta 12 torri, edificate tra l’XI e il XV secolo, più un castello della stessa epoca. Il primo fine settimana di settembre nel borgo si tiene la Festa Medievale in cui si sfoggiano i costumi del tempo e si gustano gli antichi piatti della tradizione culinaria locale. L’itinerario alla scoperta dei tesori medievali continua con Castelfranco di Sotto, che si trova a circa 30 km ad est di Pisa. Le origini di Castelfranco risalgono al periodo della famosa lotta tra Guelfi e Ghibellini che vide coinvolte Pisa, Lucca e Firenze. L’abitato si snoda lungo due strade principali che conducono alle 4 porte del borgo.

Annoverato tra i borghi più belli d’Italia è Montescudaio, che si trova in Val di Cecina a 45 chilometri da Pisa. Il borgo è uno dei più antichi, infatti si trovano documenti riportanti sue notizie a partire dall’XI secolo. Sebbene sia stato in parte distrutto dal terremoto, il borgo conserva la chiesa di S. Maria Assunta, la Torre del guardiano e la Villa Pucci.

Orgoglio della produzione vinicola locale è il vino rosso Montescudaio DOC. La tradizione vitivinicola è il fiore all’occhiello anche del borgo di Terricciola nel cui territorio si producono ottimi vini da degustare in abbinamento alle ricette della tradizione. 

By