Un Pisa generoso non sfonda il muro del Latina. Pesa l’occasione capitata a Perez

PISA – Cornice d’altri tempi all’Arena ma il muro del Latina tiene ed il Pisa risulta sterile in avanti ed in vista della gara di ritorno perde Favasuli e Sbraga. Adesso non serviranno calcoli, poiché a Latina solo la vittoria potrà portare il Pisa in B. La prima frazione di gioco vede due squadre accorte  con un Latina di fatto bloccato e pronto semmai a sfruttare le ripartenze. Pisa in difficoltà, a differenza della gara con il Perugia, dal momento che gli umbri cercavano di fare la gara ed assumevano un atteggiamento più propositivo. Pisa che soffre in mezzo con un Mingazzini non al top ed in avanti dove Gatto sembra soffrire la difesa laziale. I nerazzurri  partono bene e si fa preferire ma succede poco. Al 18’ Perez cerca una girata al volo in area su assist di Gatto ma la sfera termina in angolo. Al 31’ Suagher anticipa in mezzo e serve Perez e Rizzo che mancano la sfera. Poi non succede molto fino alla fine della prima frazione di gioco. Nella ripresa Scappini entra per Buscè e Gatto scala in mediana anche se in fase offensiva si gioca a tre punte.  La seconda parte della gara sembra più vivace ed al minuto 12 il Pisa mette i brividi al Latina: calcio di punizione di Sabato ed il portiere Bindi devia in angolo ma in due tempi. Il Pisa ci crede e prova a spingere e trova la clamorosa occasione al 20’: Perez sfila sul filo del fuorigioco entra in area largo a destra, supera il diretto avversario, rientra sul sinistro ma invece di calciare cerca di servire Gatto che ritarda e permette a Bindi di recuperare il pallone. La gara mano a mano cala di intensità con un Latina attento ed impegnato nel portare a casa il prezioso risultato. Ci prova dalla distanza Gatto al 42’ ottenendo solo un angolo. Adesso serve l’impresa a Latina tra sette giorni. Crederci non costa niente l’imperativo è provarci.

You may also like

By