“Un’altra Estate 2020” arriva a Volterra

VOLTERRA – Saranno i misteri Etruschi custoditi da Volterra, gli accompagnatori di questa terza tappa di “Un’Altra Estate”,  l’iniziativa, alla sua sesta  edizione,  realizzata da Regione Toscana, con il supporto di Toscana Promozione Turistica e la collaborazione di Fondazione Sistema Toscana,  Il Tirreno, Vetrina Toscana, FEISCT, che intende valorizzare la destinazione turistica toscana e i prodotti enogastronomici locali lungo la costa.

L’antica Velathri è una finestra nel tempo: dai fasti Etruschi, alle tracce romane per arrivare al medioevo ed alla modernità… una incredibile rassegna di bellezze compongono l’infinito mosaico che oggi è Volterra.

Partiremo dalle origini, la passeggiata “tra magie e misteri dell’antica Velathri” ci porterà alla scoperta dell’imponente Porta all’Arco, la porta etrusca della città, arrivata a noi quasi intatta, attraverso i millenni.

La partenza della passeggiata è prevista per le ore 18 con ritrovo all’ingresso di Palazzo dei Priori, e sarà il Direttore del Museo Guarnacci , Fabrizio Burchianti, il nostro accompagnatore d’eccezione.

La passeggiata ci porterà tra le vie del centro storico, per rientrare in Piazza dei Priori, dove troveremo ad attenderci gli Sbandieratori della città di Volterra, per un saluto ed una breve esibizione.

La manifestazione prenderà il via alle 18.30 con i Saluti Istituzionali dell’Assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo, il direttore del Tirreno Fabrizio Brancoli, l’Assessore al Turismo della Città di Volterra Viola Luti.

A seguire Claudia Bolognesi, Direttrice del Consorzio Turistico Volterratour, ci darà dei consigli per visitare luoghi inconsueti e curiosità di Volterra e dintorni.

Al  termine dei saluti istituzionali, come di consueto, Il Tirreno  farà dono all’amministrazione comunale di una maxifoto,  appositamente realizzata per l’occasione dal giornale.

Lo spazio sarà poi tutto per i produttori locali, veri protagonisti di Un’Altra Estate, che conosceremo grazie alle interviste di Irene Arquint, alla quale spetterà il compito di accompagnarci a conoscere la varietà di sapori e ricette del territorio.

La ricchezza di prodotti della cucina locale è rappresentata anche nel piatto della tradizione: la zuppa alla Volterrana ha il sapore di questa terra, dove ogni ingrediente si contraddistingue per carattere e gusto.

L’oggetto identitario di questa tappa non poteva che essere L’Ombra della Sera, scultura-simbolo  e ambasciatrice della cultura etrusca nel mondo, a sottolineare il legame profondo tra le radici della città che affondano nella civiltà etrusca e la sua  contemporaneita’, che ritroviamo nelle linee estremamente essenziali di questa pregevole opera.

Al termine delle interviste e dei racconti, saranno offerti dei piccoli assaggi delle pietanze preparate per l’occasione.

L’evento si svolgerà in modalità contingentata nel pieno rispetto delle normative anti-Covid19 e per permettere a tutti di assistere in sicurezza alle iniziative.

La passeggiata e l’accesso all’evento sono gratuite, ma è necessario prenotare inviando una mail a eventi@iltirreno.it

La  rassegna proseguirà il suo viaggio alla scoperta di borghi e cibi della Toscana più autentica nelle tappe successive:

6 agosto Suvereto, 27 agosto, Gambassi Terme, 3 settembre, San Miniato 13 settembre, Livorno

Loading Facebook Comments ...
By