Uomo morto durante la Tac a Pisa. Federico Gelli: “Le indagini facciano chiarezza”

PISA – Si era recato in ospedale per fare esami di semplice routine Michele Felline, 69 anni di Arena Metato ma il suo cuore ha ceduto durante una Tac con liquido di contrasto. Anche i medici sono rimasti sbalorditi. La famiglia intanto ha presentato un esposto che è sul tavolo del sostituto procuratore Miriam Pamela Romano. Sul fatto è intervenuto anche il deputato pisano del Pd Federico Gelli.

“Una notizia che ci rattrista molto, è inaccettabile morire durante un esame di routine a cui peraltro il paziente, che ci risulta non avesse controindicazioni al mezzo di contrasto, si era già sottoposto più volte in passato. Questo nonostante il tempestivo intervento dei medici e del personale, che hanno dimostrato professionalità provando fino all’ultimo a salvare la vita del signor Felline. Esprimo tutta la mia vicinanza ai familiari e confido nel risultato delle indagini interne attualmente in corso per fare luce su quanto accaduto”.

By