Il pensiero dei Cobas sulle spese del Comune e sui lavori pubblici

PISA – Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa da parte dei Cobas riguardante i lavori pubblici e le spese del nostro comune.

Gran parte delle spese de lavori pubblici a Pisa sono assorbite dalle grandi opere (I Navicelli) e da altre operazioni destinate a favorire futuri investitori privati (il pubblico ristruttura con i nostri soldi per poi favorire business).

Questo piano di opere pubbliche è insoddisfacente e prima del voto in consiglio andrebbe discusso in città e nelle commissioni consiliari per capire che molti interventi da tempo auspicati sono rimasti fuori Qualche osservazione meriterebbe anche la relazione della SEPI sugli aumenti della spazzatura. Nella parte introduttiva si dice che sono aumentati i costi per le isole interrate e per il porta a porta ma al di là delle rassicuranti dichiarazioni dell’assessore ben altre sono le cause (il personale dell’igiene ambientale come abbiamo scritto tante volte è per lo piu’ inquadrato -negli appalti- con contratti sfavorevoli che generano bassi salari). L’aumento per le attività commerciali, e non, va da un minimo del 14% ad un massimo del 14,06%. Per le famiglie gli aumenti sono più contenuti dipende dai metri quadri e dal numero dei componenti. Comunque gli aumenti oscillano tra 8 e 9%. Allora facciamo alcune considerazioni. 1) I soldi dell’aumento servono a finanziare l’aumento di capitale di GEOFOR (o RetiAmbiente) per liquidare il socio FORTI HOLDING e gli altri soci privati? L’amministrazione si nasconde dietro il porta a porta (pap). Ma il PAP non dovrebbe farli diminuire i costi? L’amento della tassa della spazzatura è conseguenza della sovradimensione delle quote Geofor ed Ecofor service vendute al socio privato e a farne le spese sono i cittadini e i conti pubblici 2) Non doveva esservi un nucleo della Polizia Municipale, che insieme a SEPI, doveva agire per recupare i tributi comunali? Sarebbe opportuno che l’assessore illustrasse quante segnalazioni qualificate sono state fatte all’agenzia delle entrate e quanto è l’importo dell’evasione recuperata. Non ci accontenteremo di sapere che sono stati fatti verbali per la cosap (il suolo pubblico o le insegne pubblicitarie). Sarebbe opportuno sapere se è stata fatta una lotta alle false residenze o seconde case. Invece di occuparsi solo dell’abusivismo commerciale perché non viene potenziato il personale adibito nella lotta a questi abusi? Forse perché questi interessi muovono voti che potrebbero essere decisivi per le prossime elezioni? Ancora una volta nelle vacanze si approvano atti determinanti per il futuro della città.

By