A Vecchiano Il fenomeno INFLUencer e la proposta di una guida al consumo consapevole sul territorio locale

VECCHIANO – “Un’occasione di partecipazione e riflessione dedicata alle ragazze e ai ragazzi del nostro territorio; è questo il senso del Secondo Consiglio Comunale aperto ai Ragazzi che si è svolto nella giornata di martedì 4 giugno”: afferma il Sindaco Massimiliano Angori.

Nel corso della mattinata odierna si è svolta, infatti, la seconda seduta consiliare aperta agli studenti della scuola media “G. Leopardi”, dopo la prima esperienza del 2018, che hanno avanzato all’Amministrazione Comunale e all’organo consiliare vecchianese alcune proposte fattive, alla luce di un percorso di un laboratorio civico realizzato sui temi della lotta alla contraffazione e svoltosi in collaborazione con Libera.

I ragazzi hanno presentato pubblicamente, con l’occasione, anche “INFLUencer”, un video – da loro interamente ideato e prodotto nell’ambito del progetto “Diritti e cittadinanza. Formazione in memoria di Chiara Baldassari” promosso dal Comune di Vecchiano, incentrato sul ruolo di personaggi celebri e sulla loro capacità di influenzare i comportamenti di acquisto dei consumatori, in particolar modo dei giovani.

“Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, che ha visto la nostra Amministrazione Comunale intitolare su proposta del primo Consiglio Comunale aperto ai ragazzi, alla giovanissima vittima di mafia Giuseppe Letizia il giardino della scuola media, è stata un’emozione presiedere anche per questo anno una seduta consiliare così particolare. Un coro di voci delle ragazze e dei ragazzi ha animato i vari interventi, con interessantissimi spunti di riflessione circa il complesso mondo giovanile e i meccanismi che lo regolano relativamente alle spinte consumistiche e ai modelli che vengono loro propinati, anche attraverso i mass media e i social network.

Abbiamo dunque accolto la nuova, ambiziosa, proposta dei ragazzi, ovvero quella di redigere una Guida al Consumo Critico locale valida per le nostre attività commerciali sul territorio e, successivamente, di diffonderla e promuoverla”, aggiunge il primo cittadino. “Veder fiorire la partecipazione attraverso l’apporto di ragazze e ragazzi così giovani è un segnale che infonde speranza e fiducia per il senso civico delle prossime generazioni di cittadini”, dichiara l’Assessora alla Partecipazione, Mina Canarini. “E un ringraziamento è doveroso agli insegnanti dell’Istituto Comprensivo “Daniela Settesoldi” che hanno curato questo progetto nel corso dell’anno scolastico che va a concludersi: loro sono stati i veri e propri influencer nel senso più positivo del termine per i nostri giovani, dei modelli insostituibili che stimolano adeguatamente il loro spirito critico di giovani menti pensanti”. “La scuola serve anche a questo, in un’epoca così complessa e frenetica come quella in cui viviamo: ad orientare le nostre ragazze e i nostri ragazzi, fornendo loro i giusti strumenti proprio per capire i nostri tempi, senza pregiudizi e preconcetti”, aggiunge l’Assessore alle Politiche Scolastiche Lorenzo Del Zoppo. “E’ stato emozionante vedere, durante il Consiglio Comunale, il lavoro di docu-inchiesta realizzato dagli studenti della scuola media sui temi della contraffazione e del fenomeno influencer, ispirandosi nella realizzazione del video alla nostra concittadina vecchianese, la videoreporter Chiara Baldassari”, afferma l’Assessora alle Pari Opportunità Lara Biondi. “Un momento di analisi e riflessione che poi i ragazzi stessi hanno tradotto in una proposta concreta che riguarda da vicino anche la mia delega alle attività produttive, con la richiesta di realizzare una guida al consumo critico. Al solito, la nostra Amministrazione Comunale farà la propria parte e lavorerà in sinergia con l’Istituto “Daniela Settesoldi” anche per questo nuovo percorso”.

By