Vela. Manuel Scacciati e il cascinese Leonardo Giovannini qualificati per il 420 Junior European Championship

VIAREGGIO – Saranno gli atleti Manuel Scacciati e Leonardo Giovannini, passati dall’Optimist all’impegnativa Classe 420 solamente da pochi mesi ma già con ottimi risultati, a rappresentare la Scuola Vela Valentin Mankin (nata nel 2016 dalla sinergia fra Club Nautico Versilia, Circolo Velico Torre del Lago Puccini e Società Velica Viareggina) al 420 Junior European Championship che sarà organizzato dal Circolo Nautico Caposele nelle acque di Formia dal 24 al 31 luglio.

I due velisti, infatti, pur essendo i più giovani della Squadra Agonistica Mankin, sono stati gli unici a  qualificarsi dopo le quattro tappe della Coppa Italia disputate a Follonica, Formia, Trieste e Senigallia.“La normativa 2021 della Classe Uniqua 420 Italia prevede che per gli Europei Juniores possano selezionarsi solo i primi 18 equipaggi U19 (di cui almeno 5 equipaggi Femminili), i primi 8 equipaggi U17 e i primi 2 equipaggi U19 Misti non già selezionati della ranking list.” ha spiegato il Presidente Uniqua Italia Andrea Lelli.

In questi giorni, i ragazzi si stanno allenando a Viareggio insieme a tutta la Squadra 420 Mankin e giovedì 22 partiranno per Formia con l’istruttore Massimo Bertolani, presidente del Cvtlp. “Sono molto soddisfatto – ha commentato Bertolani che con Alessio Pardini ha seguito tutte le trasferte e gli allenamenti– Passare dagli Optimist ad una Classe impegnativa come questa è un bel salto ma la  nostra Squadra 420 formata da sei equipaggi (Margherita Pezzella-Alessandro Mattiello, Adalberto Parra-Valentina Pierotti, Gioia Bertolani-Emanuel Giordano, Manuel Scacciati-Leonardo Giovannini, Adele Ferrarini-Arianna Fubiani e Chiara Mori) si è inserita subito molto bene. Sono stati tutti molto competitivi e si sono dati battaglia per cercare un posto per il Mondiale e l’Europeo. Alla fine Manuel e Leonardo, equipaggio giovanissimo, credo il più giovane dell’Europeo, sono riusciti a qualificarsi. Una grande soddisfazione per tutti noi. Ma un Bravo va anche a tutti gli altri che, nonostante fosse il primo anno e malgrado molti di loro   abbiano dovuto fare i conti con la quarantena rallentando il passo nelle selezioni, si sono inseriti bene nella corsa al mondiale: Adalberto e Arianna, per esempio, sono usciti dalla rosa dei candidati solo  all’ultima regata per pochissimi punti. Tutto questo fa ben sperare per i prossimi appuntamenti, soprattutto per i Campionati Italiani a Dervio nella seconda settimana di settembre, ma adesso  stiamo lavorando tutti come una vera Squadra per preparare l’Europeo di Manuel e Leonardo.”  

L’allenatore dei 420 Massimo Bertolani che di miglia in acqua ne ha percorse tantissime e che vanta un palmares di vittorie nella Classe 470 da fare invidia ai grandi campioni della vela mondiale (è stato anche probabile olimpico negli anni ’70), sta trasmettendo ai suoi ragazzi che saranno il futuro della vela locale, la tenacia, la costanza e l’umiltà che, di concerto al saper regatare, sono doti che servono a formare i veri Campioni.

All’Europeo Juniores 420, gli Under 17 Manuel Scacciati e Leonardo Giovannini regateranno con le vele nuove prodotte dalla North in Giappone. Sullo spy ci sarà il logo Generali Assicurazioni, Agenzia di Pietrasanta mentre il logo del Consorzio E-trust sarà messo a murata della barca. Generali ed in particolare gli agenti Annalisa De Nisco e Mirco Cortopassi che rappresentano l’Agenzia di Pietrasanta, avevano piacere di fare qualcosa per la realtà a cui appartengono, la  Versilia e il mare, ed in particolare per i giovani e per lo sport perché rappresentano il futuro, l’orgoglio, l’ambizione, la voglia di arrivare.

Abbiamo scelto la Vela perché rappresenta il mondo a cui noi apparteniamo e conosciamo da vicino.- ha spiegato l’agente Annalisa De Nisco – In Manuel crediamo molto perché è un ragazzo che fin da piccolo si è dimostrato tenace e con tanta voglia di arrivare, fino a raggiungere risultati importanti. Generali è una Azienda che da sempre crede nello Sport ed è presente nelle competizioni sportive a tutti i livelli e noi, come rappresentanti dell’Agenzia di Pietrasanta, volevamo fare lo stesso ed essere una svolta per dimostrare di credere in qualcosa di così grande e positivo e dare uno slancio a questi ragazzi che mettono tanto impegno.

Abbiamo deciso di supportare questo giovane equipaggio perché la Vela è uno sport caratterizzato da principi etici e capace di promuovere la sensibilità verso l’ambiente, in linea con i valori di sostenibilità perseguiti dal Consorzio E-trust con sede a Mantova.ha invece spiegato l’amministratore Maria Cristina Viviani.

Ci stiamo allenando molto in vista di questo Campionato che si svolgerà a Formia, dove abbiamo già regatato in occasione della II tappa di Coppa Italia- ha spiegato il timoniere viareggino Scacciati -è un bel campo di  regata, solitamente con molto vento.” “Per allenarci stiamo uscendo insieme in mare almeno tre volte alla settimana e poi, a casa, ci prepariamo dal punto di vista fisico – ha proseguito il prodiere cascinese Giovannini– Abbiamo provato le vele nuove che sono appena arrivate e ci sono piaciute. Vanno molto bene però cercheremo di migliorare sempre di più le nostre prestazioni.”“Le vele nuove sono molto potenti e la barca è fluida, veloce.- ha concluso Scacciati -Abbiamo provato con Margherita Pezzella che ha anche lei le vele North e possiamo dirci soddisfatti.

La Scuola Vela Valentin Mankin –costituita per promuove lo sport velico fra i giovanissimi insegnando loro non solo ad andare in barca ma anche ad amare e rispettare il mare, il lago e il territorio, e per essere un volano per il turismo versiliese- grazie al lavoro svolto in questi anni, sta ottenendo grandi risultati e tante soddisfazioni dalle proprie Squadre: la bella qualificazione di Manuel Scacciati e Leonardo Giovannini nei 420 è frutto di tanto lavoro e di tanto impegno anche degli allenatori che lo hanno seguito sin dalla Classe Optimist, primo fra tutti Stefano Querzolo, l’unico in grado di far capire ai ragazzi dai sette agli otto anni se nel loro DNA si parla di vele, di timone e di scotte, e di farli crescere velisticamente, facendoli divertire e impegnare allo stesso tempo.

By